Metodi fisici in chimica organica

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Prof. Francesco LUCCHESINI Contatto Curriculum

Informazioni aggiuntive

  • Codice*: 64193
  • CFU: 9
  • Corso di Studio*: CTF
  • Anno di corso*: Terzo
  • Semestre*: Secondo semestre
  • Docente incaricato*: Prof. Francesco Lucchesini
  • Obiettivi formativi*:

     

    La determinazione della struttura di una nuova molecola organica, sia essa di origine naturale o sintetica, costituisce una parte fondamentale del lavoro del chimico e l' avvento delle tecniche spettroscopiche ha portato una vera rivoluzione in questo settore, permettendo di utilizzare procedure rapide ed in gran parte non distruttive. Pertanto lo scopo primcipale del corso è quello di insegnare allo studente come giungere, disponendo dei dati spettroscopici principali (IR, NMR al protone ed al carbonio e MS) alla struttura di una molecola incognita, fornendogli nel contempo un' esposizione il più semplice possibile dei principi fisici alla base delle tecniche usate.

  • Contenuti*:

     

    Riepilogo sulla radiazione elettromagnetica. L' oscillatore armonico, vibrazioni molecolari. Spettroscopia infrarossa. Le frequenze di gruppo, gruppi funzionali con assorbimenti infrarossi tipici. Aspetti pratici della spettroscopia infrarossa. Spin e momento magnetico nucleare, fondamenti della spettrometria NMR. Spettrometria di risonanza magnetica al protone.il chemical shift protonico e gli effetti della struttura molecolare su di esso. Connettività attraverso i legami, costanti di accoppiamento protone-protone ed effetti strutturali su di esse. Il problema della sensibilità in spettrometria NMR: difficoltà nella spettrometria NMR al carbonio 13. Spettrometria NMR in trasformata di Fourier. Spettrometria 13C-NMR, disaccoppiamento dai protoni ed effetto Overhauser nucleare. Il chemical shift al carbonio, effetti strutturali relativi. Uso delle tecniche SFORD e DEPT e loro confronto. Cenno alle tecniche 2D-NMR, uso dello spettro COSY-90. Spettrometria di massa, descrizione di uno spettrometro di massa a deflessione magnetica e singola focalizzazione. Picco molecolare e picchi isotopici. Spettrometria di massa ad alta risoluzione, determinazione della massa esatta. Lo spettro di massa con ionizzazione per impatto elettronico, principali cammini di frammentazione dello ione molecolare. Tecniche particolari di ionizzazione: ionizzazione chimica, FAB, ESI, MALDI-TOF. Spettrometri di massa a quadrupolo e trappola ionica.

  • Testi consigliati:

     

    M. Hesse, H. Meier, B. Zeeh Metodi Spettroscopici in Chimica Organica (EdiSES)

    R: M: Silverstein, F. X. Webster, D. J. Kiemle Identificazione Spettrometrica di Composti Organici (Ambrosiana)

    A causa della gran varietà di argomenti trattati e del gran numero di esercitazioni necessarie, verrà distribuito molto materiale cartaceo che gli studenti sono vivamente consigliati a procurarsi.

  • Modalità d'esame:

     

    Conformemente allo scopo principale del corso, la prova scritta da superare consiste nell' identificazione di due molecole organiche disponendo dei loro dati spettroscopici IR, 1H- e 13C-NMR, MS e dell' analisi elementare. Ciò fornisce già una valutazione della capacità dello studente di applicare in maniera criticai concetti appresi, mentre il successivo esame orale offre una stima anche delle sue capacità espositive.

Letto 46784 volte Ultima modifica il Mercoledì, 28 Settembre 2016 11:12