Chimica farmaceutica e tossicologica II CTF

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

Chimica farmaceutica e tossicologica II CTF

Prof.ssa Olga Bruno Contatto Curriculum

Programma

Nella prima parte del corso vengono trattati gli ormoni in tutti gli aspetti che li coinvolgono (ghiandole e vie di produzione, ruolo fisiologico, implicazioni in diverse patologie, loro uso terapeutico e farmaci correlati). In particolare sono trattati: Ormoni regolatori dell'omeostasi del Calcio. Ormoni tiroidei. Ormoni del pancreas. Ormoni steroidei: corticosteroidei, estrogeni e progestinici, androgeni.

Successivamente saranno descritte le strutture, i rapporti struttura-attività e i meccanismi d'azione a livello molecolare delle seguenti classi di farmaci:

Farmaci del sistema colinergico, Farmaci del SN adrenergico. Farmaci del sistema serotoninergico. Anestetici locali. Anestetici generali. Sedativi/ipnotici. Ansiolitici. Antipsicotici. Anticonvulsivanti. Miorilassanti. Farmaci antiparkinson. Analgesici oppioidi. Antidepressivi. Allucinogeni, psicotomimetici, farmaci stimolanti centrali. Farmaci cardiaci (per l'insufficienza cardiaca, l'angina, le aritmie). Farmaci antiipertensivi. Farmaci diuretici. Farmaci antiaggreganti, anticoagulanti, fibrinolitici. Antiinfiammatori non steroidei. Farmaci antiistaminici. Farmaci dell'apparato digerente: antiulcera,gastroprotetori (anti-H2, inibitori della pompa protonica), antiemetici, lassativi, antidiarroici. . Inibitori della pompa protonica. Antiemetici, antidiarroici, lassativi. Farmaci ipolipidemizzanti. Farmaci dell'apparato respiratorio (broncodilatatori, antiasma).

Sono descritte e discusse le sintesi dei seguenti ormoni e farmaci:

Protirelina, Levotiroxina, sulfoniluree, biguanidi, ormoni steroidei a partire dalla Diosgenina, Norgestrel, Carbacolo, Betanecolo, Fisostigmina, Neostigmina, Piridostigmina, Ecotiofato, Atropina, Scopolamina, Benztropina, Triesifenidile, Succinilcolina, Pancuronio, Vencuronio, Atracurio, Salbutamolo, Lidocaina, Clordiazepossido, Diazepam, Bromazepam, Lorazepam, Alprazolam, Triazolam, Aloperidolo, Luminal, Acido valproico, Meprobamato, Levodopa, Eroina, Idromorfone, Idrocodone, Ossimorfone, Ossicodone, Etorfina, Buprenorfina, Levorfanolo, Butorfanolo, Meperidina, Fentanil, Metadone, Propossifene. Tramadolo, Loperamide, Desipramina, Nortriptilina, Imipramina, Amitriptilina, Fluoxetina, Trazodone, Selegilina, Milrinone, Amiodarone, Captopril, Verapamile, 1,4-diidropiridine, Idroclorotiazide, Furosemide, Acido etacrinico, Triamterene, Indometacina, Diclofenac, Ibuprofene, Acido meclofenamico, Piroxicam, Fenbenzamina, Difenidramina, Ciproeptadina, Cetirizina, Cimetidina.

Modalità di esame:

L’esame si svolge mediante una prova orale in presenza di due docenti di cui uno è sempre il titolare dell’insegnamento, presidente della Commissione d’esame. L’esame ha una durata che varia in funzione della preparazione dello studente, comunque compreso fra i 30 e i 60 minuti. La prova consiste in quattro domande inerenti gli argomenti trattati nel corso. Lo studente deve dimostrare di conoscere quali farmaci appartengono alle diverse classi terapeutiche trattate. Di ciascuno dei farmaci principali deve conoscere la formula, il nome, il meccanismo d’azione a livello molecolare (ove conosciuto); deve saper discutere una via di sintesi (o quella proposta dal docente o una alternativa). Vengono valutate anche le capacità espositive e le capacità di collegamento con altri insegnamenti propedeutici (per esempio la chimica organica e la biochimica).

Informazioni aggiuntive

  • Codice*: 67558
  • Corso di Studio*: CTF
  • Anno di corso*: Quarto
  • Semestre*: Secondo semestre
  • Docente incaricato*: Prof. Olga Bruno
  • Obiettivi formativi*:

    Gli obiettivi dell'insegnamento sono quelli di fornire allo studente le conoscenze fondamentali riguardanti le caratteristiche chimiche e chimico-fisiche, le relazioni fra struttura chimica e attività farmacologica, i meccanismi d'azione a livello molecolare e gli aspetti chimico-tossicologici di alcune classi di farmaci. In particolare lo studente dovrà essere in grado di discutere i meccanismi d'azione e le relazioni struttura-attività dei farmaci trattati sulla base delle caratteristiche chimiche delle molecole coinvolte. Inoltre di alcuni farmaci lo studente dovrà essere in grado di proporre una plausibile via di sintesi.

  • Contenuti*:

    Min 500-Max 2000 caratteri (o 70-300 parole)

    Nella prima parte del corso vengono trattati gli ormoni in tutti gli aspetti che li coinvolgono (ghiandole e vie di produzione, ruolo fisiologico, implicazioni in diverse patologie, loro uso terapeutico e farmaci correlati). In particolare sono trattati: Ormoni regolatori dell'omeostasi del Calcio. Ormoni tiroidei. Ormoni del pancreas. Ormoni steroidei: corticosteroidei, estrogeni e progestinici, androgeni.

    Successivamente saranno descritte le strutture, i rapporti struttura-attività e i meccanismi d'azione a livello molecolare delle seguenti classi di farmaci:

    Farmaci del sistema colinergico, Farmaci del SN adrenergico. Farmaci del sistema serotoninergico. Anestetici locali. Anestetici generali. Sedativi/ipnotici. Ansiolitici. Antipsicotici. Anticonvulsivanti. Miorilassanti. Farmaci antiparkinson. Analgesici oppioidi. Antidepressivi. Allucinogeni, psicotomimetici, farmaci stimolanti centrali. Farmaci cardiaci (per l'insufficienza cardiaca, l'angina, le aritmie). Farmaci antiipertensivi. Farmaci diuretici. Farmaci antiaggreganti, anticoagulanti, fibrinolitici. Antiinfiammatori non steroidei. Farmaci antiistaminici. Farmaci dell'apparato digerente: antiulcera,gastroprotetori (anti-H2, inibitori della pompa protonica), antiemetici, lassativi, antidiarroici. . Inibitori della pompa protonica. Antiemetici, antidiarroici, lassativi. Farmaci ipolipidemizzanti. Farmaci dell'apparato respiratorio (broncodilatatori, antiasma).

    Sono descritte e discusse le sintesi dei seguenti ormoni e farmaci:

    Protirelina, Levotiroxina, sulfoniluree, biguanidi, ormoni steroidei a partire dalla Diosgenina, Norgestrel, Carbacolo, Betanecolo, Fisostigmina, NeostigminaPiridostigmina, EcotiofatoAtropinaScopolamina, Benztropina, Triesifenidile, Succinilcolina, PancuronioVencuronio, Atracurio, Salbutamolo, Lidocaina, ClordiazepossidoDiazepamBromazepam, Lorazepam, AlprazolamTriazolam, Aloperidolo, Luminal, Acido valproico, Meprobamato, Levodopa, Eroina, Idromorfone, Idrocodone, Ossimorfone, Ossicodone, Etorfina, Buprenorfina, Levorfanolo, Butorfanolo, Meperidina, Fentanil, MetadonePropossifene. TramadoloLoperamide, Desipramina, Nortriptilina, Imipramina, Amitriptilina, Fluoxetina, Trazodone, Selegilina, Milrinone, Amiodarone, Captopril, Verapamile, 1,4-diidropiridine, Idroclorotiazide, Furosemide, Acido etacrinico, Triamterene, Indometacina, Diclofenac, Ibuprofene, Acido meclofenamico, Piroxicam, Fenbenzamina, Difenidramina, Ciproeptadina, Cetirizina, Cimetidina.

     
  • Testi consigliati:

    Chimica Farmaceutica - a cura di Gasco-Gualtieri-Melchiorre-Casa editrice Ambrosiana-2015

    Foye's- Principi di Chimica Farmaceutica di T.L.Lemke-D.A. Williams- Piccin Editore 7a edizione-2014

  • Modalità d'esame:

    L’esame si svolge mediante una prova orale in presenza di due docenti di cui uno è sempre il titolare dell’insegnamento, presidente della Commissione d’esame. L’esame ha una durata che varia in funzione della preparazione dello studente, comunque compreso fra i 30 e i 60 minuti. La prova consiste in quattro domande inerenti gli argomenti trattati nel corso. Lo studente deve dimostrare di conoscere quali farmaci appartengono alle diverse classi terapeutiche trattate. Di ciascuno dei farmaci principali deve conoscere la formula, il nome, il meccanismo d’azione a livello molecolare (ove conosciuto); deve saper discutere una via di sintesi (o quella proposta dal docente o una alternativa). Vengono valutate anche le capacità espositive e le capacità di collegamento con altri insegnamenti propedeutici (per esempio la chimica organica e la biochimica).

Letto 54141 volte Ultima modifica il Martedì, 16 Giugno 2015 16:57