×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 749

CONCORSO PER TITOLI E COLLOQUIO A N°6 POSTI DI CUI N°4 COPERTI DA BORSA DI STUDIO

PER L’AMMISSIONE AL CORSO DI DOTTORATO DI RICERCA IN

SCIENZE E TECNOLOGIE DELLA CHIMICA E DEI MATERIALI

CURRICULUM

SCIENZE FARMACEUTICHE, ALIMENTARI E COSMETOLOGICHE (6643)

XXXIII CICLO, AVENTE SEDE AMMINISTRATIVA PRESSO L’UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA,

INDETTO CON DECRETO RETTORALE N. 1314 DEL 14/4/2017 integrato con il DECRETO RETTORALE N. 1702 del 15/5/2017.

Risultati prima della prova orale

 

 

AILUNO

GIORGIA

30/40

CAMPORA

MARTA

30/40

CATENA

SILVIA

30/40

ALLAW

MOHAMAD

24/40

RIGHETTI

GIADA

24/40

GRAGLIA

DARIO

23/40

ROLI

FILIPPO

22/40

KAMGANG NZEKOUE

ASTRIDE FRANKS

20/40

 


 

 

CONCORSO PER TITOLI E COLLOQUIO A N°6 POSTI DI CUI N°4 COPERTI DA BORSA DI STUDIO

PER L’AMMISSIONE AL CORSO DI DOTTORATO DI RICERCA IN

SCIENZE E TECNOLOGIE DELLA CHIMICA E DEI MATERIALI

CURRICULUM

SCIENZE FARMACEUTICHE, ALIMENTARI E COSMETOLOGICHE (6643)

XXXIII CICLO, AVENTE SEDE AMMINISTRATIVA PRESSO L’UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA,

INDETTO CON DECRETO RETTORALE N. 1314 DEL 14/4/2017 integrato con il DECRETO RETTORALE N. 1702 del 15/5/2017.

I seguenti candidati hanno ottenuto nel colloquio del giorno 4/7/2017  la seguente votazione

  

AILUNO

GIORGIA

59/60

CAMPORA

MARTA

58/60

CATENA

SILVIA

58/60

ALLAW

MOHAMAD

55/60

RIGHETTI

GIADA

60/60

GRAGLIA

DARIO

40/60

 

 

 

 

 

Pubblicato in Corsi di Dottorato

Le banconote cambiano spesso di mano e non sempre sono trattate con riguardo. La tecnologia impiegata nella produzione serve anche a conferire loro una maggiore resistenza rispetto ai normali prodotti di carta. I test ai quali sono sottoposte le banconote e la carta utilizzata per produrle replicano gli attacchi chimico-fisici e gli incidenti che i biglietti potrebbero subire durante la normale circolazione. Lavaggi, accartocciamenti, esposizione prolungata a sostanze disparate o a fonti luminose molto intense sono alcune fra le tante verifiche le banconote e la carta impiegata per la realizzazione subiscono.

L'obiettivo di questi test non è dimostrare l'inattaccabilità dei biglietti. Una banconota può, infatti, usurarsi, rovinarsi, portare tante tracce diverse ma deve rimanere riconoscibile. Deve poter essere identificata come danneggiata e sostituita con una nuova, in caso di necessità. Oltre a danneggiamenti e mutilazioni involontarie, le banconote possono essere macchiate dall'azione di dispositivi antirapina.

1162286-24105974

 

Un sistema per evitare furti è quello di irrorarle con inchiostro indelebile attraverso appositi dispositivi, qualora vengano forzati i contenitori che le custodiscono.
In uno scenario nazionale e internazionale caratterizzato da una crescente attenzione verso le problematiche ambientali, le istituzioni sono chiamate a dare il proprio contributo per uno sviluppo sostenibile che non comprometta la capacità delle generazioni future di soddisfare le proprie esigenze.
La Banca d'Italia, in linea con le migliori pratiche adottate nel contesto del Sistema Europeo delle Banche Centrali (SEBC ), già da diversi anni ha avviato un percorso sistematico volto a ridurre la propria "impronta ecologica", soprattutto nei settori di attività, quale quello della produzione dei biglietti, che possono avere conseguenze non trascurabili. Un chimico e un esperto della Banca d'Italia illustrano il ciclo di vita delle banconote,
narrando gli impatti ambientali che la produzione di carta moneta comporta e le misure messe in atto dalle banche per la loro riduzione.


Biografie

 


Francesca Barbano lavora presso la Banca d'Italia dal 1991, occupandosi di misure di sicurezza, contabilità, sistema dei pagamenti, servizi di cassa, gestione del contante e trattamento delle banconote. Da agosto 2011 a ottobre 2015, è stata responsabile dell'ufficio unificato Gestione Servizi di Pagamento della filiale di La Spezia. Laureata in Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Genova, nel 1990 è stata assegnataria di borsa di studio della Banca d'Italia.


Giuliana Drava è ricercatrice presso il Dipartimento di Farmacia dell'Università degli Studi di Genova, dove si occupa di analisi multivariata applicata a dati chimici in ambito ambientale e farmaceutico e dello studio di bioindicatori di elementi in traccia. Nella medesima università, insegna Chimica Generale ed Inorganica per il Corso di Laurea Magistrale in Farmacia. Laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche e in Farmacia, ha conseguito il dottorato di ricerca in Scienze Chimiche. Ha svolto attività di docenza e consulenza scientifica presso vari atenei e centri di ricerca in Italia, Francia, Spagna e Inghilterra.


A cura di
Banca d'Italia - sede di Genova
Ingresso: Biglietti Festival
Prenotazione: consigliata

Spettri infrarossi: impronte digitali da decodificare
Come possiamo essere sicuri della qualità degli alimenti che mangiamo? L’olio che paghiamo come extravergine di oliva è in realtà solo vergine? L’omogeneizzato che diamo ai nostri figli è veramente fatto con carne di cavallo? Scopriamo uno strumento semplice e portatile che può aiutarci: lo spettrofotometro. Lo strumento si basa sull’interazione fra la radiazione elettromagnetica nel vicino infrarosso e la materia, e permette di ottenere vere e proprie impronte digitali del campione analizzato, che ci permette di distinguerlo da altri apparentemente identici. Gli spettri vengono elaborati al computer, ottenendo informazioni non percettibili dall’occhio umano, utili a distinguere prodotti apparentemente simili. La tecnologia al servizio della qualità!

Monica Casale


A cura del gruppo di ricerca in Chimica Analitica e Chemiometria del Dipartimento di Farmacia, dell’Università di Genova. Gli interessi della ricerca sono rivolti in particolare allo sviluppo ed all’applicazione di metodi analitici spettroscopici e di imaging iperspettrale, di progettazione degli esperimenti e di elaborazione dei segnali analitici attraverso tecniche di pattern recognition, con applicazioni in numerosi settori (alimentare, ambientale, clinico, beni culturali).
Laboratorio dai 14 anni
27 ottobre - 6 novembre 09:00 - 17:00 mer - ven 10:00 - 18:00 sab - mar
Cisterne di Palazzo Ducale
Piazza Matteotti, 9

 

http://www.festivalscienza.it/site/home/programma/eventi-per-tipo/laboratori/le-impronte-digitali-degli-alimenti.html

 

 

Informazioni aggiuntive

  • Codice* 67531
  • CFU 5
  • Corso di Studio* Farmacia
  • Anno di corso* Quarto
  • Semestre* Primo semestre
  • Docente incaricato* Prof. ssa Tiziana Bonifacino
  • Obiettivi formativi*

        

    Il corso farmacovigilanza si propone di fornire le principali e approfondite conoscenze sul sistema di sorveglianza post-marketing dei farmaci, elemento caratterizzante della figura professionale del farmacista. Inoltre, ulteriore obiettivo dell’insegnamento è promuovere negli studenti del Corso di Laurea in Farmacia la cultura della farmacovigilanza per aumentare la qualità e il numero di segnalazioni di sospette reazioni avverse da parte dei futuri farmacisti.

    Attraverso il corso di Farmacovigilanza lo studente acquisirà piena consapevolezza che i principali obiettivi della Farmacovigilanza sono quelli di valutare il rischio connesso all’assunzione dei farmaci e di stimare l’incidenza delle loro reazioni avverse. In particolare, attraverso lo studio dell’organizzazione del Sistema di Farmacovigilanza Italiano, lo studente comprenderà come tali obiettivi siano raggiungibili attraverso alcuni passaggi fondamentali: individuare il più rapidamente possibile nuove reazioni avverse da farmaci (ADR); migliorare ed allargare le informazioni su ADR sospette o già note; valutare i vantaggi di un farmaco su altri o su altri tipi di terapia; disseminare nel modo opportuno tali informazioni per rendere più corretta e adeguata la pratica clinica terapeutica. Lo studente acquisira´ anche i principali metodi di gestione delle segnalazioni. Inoltre verra´ trattata la farmacovigilanza non solo dei farmaci ad uso umano ma anche ad uso veterinario, nonché le principali metodiche di vigilanza dei fitofarmaci (fito-vigilanza), dei dispositivi medici (dispositivo-vigilanza) e dei vaccini (vaccino-vigilanza). Infine ulteriore obiettivo sara´ quello di conoscere il contesto nazionale e internazionale in cui si inseriscono le norme relative alla farmacovigilanza.

  • Contenuti*

                                                            

    Il programma consiste in una parte generale e una speciale.

    La parte Generale tratterà i seguenti argomenti: definizione, campi di interesse, obiettivi e storia della farmacovigilanza. Eventi avversi e reazioni avverse (ADEs, ADRs). Epidemiologia e impatto economico delle ADRs. Classificazione delle ADRs. Progettazione e sperimentazione dei farmaci. Le diverse tipologie di farmaci. La rete della farmacovigilanza. Le segnalazioni in farmacovigilanza e la figura del farmacista. Tipi di studi di farmacovigilanza.

    La parte speciale tratterà i seguenti argomenti: Farmacovigilanza dei radiofarmaci. Farmacovigilanza dei farmaci biotecnologici. Farmacovigilanza dei vaccini. Farmacovigilanza dei liquidi di contrasto. Farmacovigilanza dei farmaci d’abuso. Farmacovigilanza dei farmaci in gravidanza. Farmacovigilanza dei medicinali omeopatici, dei prebiotici, dei probiotici e dei dispositivi medici. Farmacovigilanza e farmaci LASA. Fitovigilanza. Farmacovigilanza veterinaria. Farmacovigilanza dei vaccini.

    A completamento del corso, l´intervento di un esperto qualificato in materia approfondira´ il tema della “farmacovigilanza sul territorio”.

     

  • Testi consigliati

                                                    

    Si consiglia il materiale didattico presentato nelle lezioni frontali. 

     

     

  • Modalità d'esame

                                                             

    L’esame prevede una prova orale in cui la durata del colloquio è di circa 30 minuti alla presenza di una commissione composta dal docente titolare dell'insegnamento e da un altro docente del Dipartimento o da un Dottorando/Assegnista riconosciuto Cultore della Materia dal CULM.

     

Informazioni aggiuntive

  • Codice* 60821
  • CFU 8
  • Corso di Studio* CTF
  • Anno di corso* Secondo
  • Semestre* Primo semestre
  • Docente incaricato* Prof. Marina Rui
  • Obiettivi formativi*
    Acquisire  rigore metodologico nel descriverenel modo più accurato possibile i fenomeni fondamentali che stanno alla base dei sistemi chimici; saper inoltre comprendere e utilizzare ilformalismo matematico strettamente necessario per interpretarli.
  • Contenuti*
    Cenni di chimica teorica: costruzione degli orbitali Molecolari (MO) a partire dalla combinazione degli orbitali atomici MO-LCAO.
    Termodinamica
    definizione di sistema, di percorso, di funzione di stato; enunciazione dei tre principi
    primo principio:
    calore, lavoro, funzione U, definizione di H; esperienza di Joule;isobara, isoterma, ciclo di Hess, equazioni di Kirkhoff; relazione di Mayer;ciclo su isobara;isoterma
    secondo principio:
    definizione di entropia secondo la termodinamica classica;
    definizione di entropia secondo la termodinamica statistica; dipendenza di S da T e V
    definizione di funzione G; isoterma e isobara di Van't Hoff
    Applicazioni di G:
    pressione osmotica; equazione di Clausius Clapeyron; innalzamento ebullioscopico e abbassamento crioscopico, pH, pK; metabolismo;
    miscele: ΔG,ΔS,ΔH; miscele binarie ideali e loro deviazioni; cenni su miscele terziarie.
    Spettroscopia molecolare:
    lo spettro elettromagnetico, i parametri d'onda, dualismo della radiazione elettromagnetica; introduzione alla spettroscopia vibrazionale:
    IR: modello armonico, correzione anarmonicità, coordinate interne e di simmetria;
    spettroscopia Raman;
    spettroscopia. elettronica, legge di Beer, UV,  visibile, introduzione a fluorescenza e fosforescenza
    cenni su strumentazione (FTIR).
    Cinetica:
    introduzionee definizione di velocità di reazione; casistica di reazioni;
    reazioni reversibili;
    metodi per valutare l'ordine di reazione
    influenza della T sulla costante di reazione k.
    catalisi e catalisi enzimatica
     
  • Testi consigliati

    Materiale su AulaWeb, dove c'è anche il programma aggiornato del corso (di cui questo è solo un doppione)

  • Modalità d'esame

    L'esame è orale,

    lo studente dovrà dimostrare di aver appreso la materia, di saper usare gli strumenti (di matematica e fisica necessari, appresi nei corsi precedenti) per applicarli alle tematiche del corso;

    dovrà aper espreimere i concetti con chiarezza e precisione.

    Il voto sarà definito dal compotamento complessivo e non sarà una mera somma aritmetica dei 3 punti successivi:

     1) apprendimento 2) capacità comunicative 3) capacità di giudizio

Pubblicato in INS CTF AA 2016-2017

Informazioni aggiuntive

  • Codice* 64191
  • CFU 8
  • Corso di Studio* Farmacia
  • Anno di corso* Terzo
  • Semestre* Secondo semestre
  • Docente incaricato* Prof. Raffaella Boggia
  • Obiettivi formativi*

     

    Il corso si propone di fornire le conoscenze di base e alcune competenze specifiche sui prodotti alimentari destinati ad un’alimentazione particolare, sugli alimenti arricchiti, sugli alimenti funzionali e le sostanze nutraceutiche, sugli integratori alimentari, con approfondimenti inerenti le acquisizioni scientifiche più recenti in materia

  • Contenuti*

     

    I principali costituenti degli alimenti (macro e micronutrienti).

    Il valore nutritivo degli alimenti.

    Linee guida di comportamento alimentare. Raccomandazioni nutrizionali e livelli di sicurezza: RDA, LARN. Calcolo del fabbisogno calorico. Lo stato nutrizionale. L’indice di massa corporea. I parametri antropometrici

    Le principali tecniche di produzione e conservazione alimentare.

    Le modificazioni dei nutrienti indotte dai processi di lavorazione.

    Gli additivi alimentari.

    Le principali problematiche legate alla sicurezza alimentare.

    Conoscenze su alcuni alimenti “base” usati come materie prime per i prodotti dietetici.

    I prodotti destinati a soggetti in particolari condizioni fisiologiche (es. prodotti per la prima infanzia, prodotti per sportivi, prodotti per diete ipocaloriche, etc.). I

    I prodotti destinati a soggetti con disordini metabolici (prodotti per allergici, intolleranti, celiaci, diabetici, affetti da insufficienza renale cronica, etc.).

    La nutrizione artificiale (prodotti per la nutrizione entrale e parenterale).

    Gli alimenti arricchiti.

    Gli alimenti funzionali e le sostanze nutraceutiche.

    Gli integratori alimentari.

    I novel foods.

    Aspetti dietetici nell’età evolutiva, in gravidanza ed allattamento, nella terza età, diete particolari (es. vegetariana).

    Le interazioni tra alimenti, integratori alimentari e farmaci.

    Cenni di legislazione.

  • Testi consigliati

     

    Evangelisti F., Restani P. Prodotti Dietetici- Chimica, tecnologia e impiego – PICCIN Editore, Padova, II edizione.

    Cappelli, Vannucchi. Chimica degli alimenti, ed. Zanichelli, Bologna

    Coultate T. P. La Chimica degli Alimenti, ed. Zanichelli, Bologna

    Cabras P. Martelli A. Chimica degli alimenti, ed. Piccin, Padova

  • Modalità d'esame

     

    L’esame si svolge mediante una prova scritta.

    La prova scritta comprende 2 domande a risposta aperta di pari valore (5/30) e 10 domande a risposta multipla di pari valore (2/30).

    Le domande vertono sul programma svolto durante le lezioni frontali.

    Gli studenti hanno 60 minuti a disposizione.

    Dopo la correzione, effettuata da almeno due componenti della commissione d’esame, gli elaborati vengono discussi con gli studenti interessati.

Pubblicato in INS FAR AA 2016-2017

Il Corso Integrato è costituito dai due seguenti moduli:

Chimica farmaceutica generale - codice insegnamento 80320

Chimica farmaceutica I - codice insegnamento 80321

Prof  Andrea SPALLAROSSA Contatto Curriculum

Informazioni aggiuntive

  • Codice* 80319
  • Corso di Studio* Farmacia
  • Anno di corso* Terzo
  • Semestre* Primo semestre
  • Docente incaricato* Prof. Andrea Spallarossa
  • Obiettivi formativi*

     

    Il corso integrato di Chimica farmaceutica generale e Chimica farmaceutica 1 persegue l'obiettivo di illustrare gli approcci attualmente utilizzati nel processo di identificazione di nuovi farmaci e di analizzare sistematicamente le correlazioni struttura-attività dei chemioterapici (antibatterici, antivirali e antitumorali) e degli ormoni (steroidei e peptidici).
  • Contenuti*

     

    Una prima parte dell’insegnamento (Chimica farmaceutica generale) sarà focalizzata sugli approcci di progettazione e sviluppo del farmaco con particolare attenzione alle metodiche di modellistica molecolare e di sintesi combinatoriale.
     
    La seconda parte dell’insegnamento (Chimica farmaceutica 1) tratterà in modo sistematico le correlazioni struttura-attività, le strategie sintetiche e le caratteristiche farmacocinetiche/farmcodinamiche delle varie classi di chemioterapici (antibatterici, antiprotozoari, antimicotici, anitivirali e antitumorali) e degli ormoni steroidei e peptidici.
  • Modalità d'esame

     

    Con l'intento di valutare apprendimento, capacità comunicative e di giudizio dello studente, l'esame prevederà un colloquio orale.
Pubblicato in INS FAR AA 2016-2017

Informazioni aggiuntive

  • Codice* 55415
  • CFU 10
  • Corso di Studio* Farmacia
  • Anno di corso* Primo
  • Semestre* Secondo semestre
  • Docente incaricato* Prof. Ciccone
  • Obiettivi formativi*

     

    Il corso di Anatomia Umana si prefigge lo studio di tutti gli Apparati, Sistemi e Organi di cui è composto il corpo umano, partendo da una descrizione macroscopica fino ad arrivare alla struttura microscopica. L’obiettivo è di fornire quelle informazioni di Anatomia funzionale che assieme allo studio delle altre discipline, presenti nel corso di studio, forniranno le conoscenze necessarie per comprendere le principali patologie umane ed il meccanismo di azione e la tossicità dei farmaci.

  • Contenuti*

     

    Cellula e tessuti:

    Caratteristiche dei tessuti epiteliali (epiteli di rivestimento e secretori), connettivi (compresi il tessuto osseo, il midollo osseo con l'emopoiesi, il sangue), muscolare e nervoso (comprese sinapsi e placca neuromuscolare).

    Cenni di embriologia generale.

    Apparato locomotore:

    Termini di posizione e movimento. Generalità e classificazione di ossa, articolazioni e muscoli; individuazione dei componenti principali.

    Apparato cardio-circolatorio:

    Cuore: morfologia e struttura. Il pericardio. Struttura dei vasi (arterie, vene e capillari) e organizzazione dei sistemi arterioso aortico e delle vene cave, la circolazione polmonare ed il circolo portale. Generalità e struttura del circolo linfatico e degli organi linfopoietici (vasi linfatici, linfonodi, milza, etc.)

    Apparato digerente e ghiandole annesse:

    Morfologia e struttura dell'apparato digerente (bocca, istmo delle fauci, faringe, esofago, stomaco, intestino tenue e crasso) e delle ghiandole annesse (salivari, fegato, pancreas.) Il peritoneo.

    Apparato respiratorio:

    Morfologia e struttura delle vie respiratorie (naso, faringe, laringe, trachea, bronchi e polmoni). Le pleure.

    Apparato urinario:

    Morfologia e struttura del rene e delle vie urinarie (calici, bacinetti, ureteri, vescica, uretra).

    Apparato endocrino:

    Morfologia e struttura delle ghiandole endocrine (tiroide, paratiroidi, pancreas endocrino, surrenale, ipofisi) e del sistema ipotalamo-ipofisario.

    Apparato genitale maschile:

    Morfologia e struttura della gonade maschile, delle vie spermatiche, delle ghiandole annesse e dei genitali esterni.

    Apparato genitale femminile:

    Morfologia e struttura della gonade femminile, della tuba uterina, dell'utero, della vagina e dei genitali esterni. Il ciclo mestruale.

    Apparato tegumentario:

    Cute e annessi cutanei, gh. sudoripare eccrine, apocrine e sebacce. Peli e unghie. La mammella.

    Sistema nervoso e organi di senso:

    Organizzazione del sistema nervoso centrale e dei suoi componenti (midollo spinale, bulbo, ponte, mesencefalo, cervelletto, diencefalo e telencefalo); vie motorie e vie sensitive. Sistema nervoso periferico ed autonomo. Struttura dell'occhio e dell'orecchio (compreso l'apparato vestibolare), organi del gusto e dell'olfatto.

  • Testi consigliati

     

    Martini/Timmons/Tallitsch: Anatomia Umana. EdiSES

  • Modalità d'esame

     

    L'esame comprende una prova scritta di 49 domande, attinenti l'intero programma di Anatomia Umana, da completarsi in un tempo limite di 1h.

    Le domande sono a risposta multipla (4) e sono prese in considerazione solo le risposte esatte.

    Per essere ammessi all'orale bisogna dare 25 risposte esatte su 49.

    L'esame si svolge con il Prof. Ordinario titolare del corso, coadiuvato generalmente da un ricercatore dell'area scientifico disciplinare in questione.

    Al candidato vengono poste 2/3 domande di Anatomia Umana.

    Molta attenzione viene riposta nel mettere a proprio agio il candidato.

Pubblicato in INS FAR AA 2016-2017

Informazioni aggiuntive

  • Codice* 80318
  • CFU 8
  • Corso di Studio* Farmacia
  • Anno di corso* Secondo
  • Semestre* Primo semestre
  • Docente incaricato* Prof. Cichero
  • Obiettivi formativi*

     

    Il corso ha lo scopo di fornire agli studenti le basi teoriche e le competenze pratiche utili ai fini della determinazione quantitativa di sostanze di interesse farmaceutico, nonchè delle principali metodologie di rilievo nelle fasi preliminari di preparazione del campione.

  • Contenuti*

     

    Introduzione all'analisi quantitativa e suo interesse applicativo in Chimica farmaceutica. Classificazione dei metodi di analisi. Principi di base in analisi gravimetrica. Vetreria di laboratorio. Tecniche e strumenti di misura. Bilance analitiche e tecniche. Valutazione statistica dei dati analitici.

    Analisi volumetrica comprendente le metodiche di titolazione basate su equilibri acido-base, metodi di precipitazione, reazioni di complessazione ed ossido-riduzioni.

    Determinazione dei parametri chimico-fisici di un campione tramite punto di fusione, di congelamento, di ebollizione, indice di rifrazione, potere rotatorio, e strumentazione correlata.

    Principali tecniche di rilievo nell’ambito del processo di purificazione di principi attivi e di separazione di miscele

  • Testi consigliati

     

    Chimica Analitica e Analisi Quantitativa di David S. Hage – James D. Carr (PICCIN)

    Fondamenti di Chimica Analitica – Skoog and co. (EDISES)

    Elementi di Chimica Analitica di Daniel C. Harris (ZANICHELLI)

    Analisi Chimico Farmaceutica di F. Savelli e O. Bruno (PICCIN)

    Le basi della chimica analitica- Teoria

    Le basi della chimica analitica- Laboratorio di C. Rubino- I. Venzaghi-R. Cozzi (ZANICHELLI)

  • Modalità d'esame

     

    La verifica di un opportuno livello di apprendimento e delle capacità critiche dello studente riguardo al programma svolto avviene sulla base del superamento di cinque esercitazioni di laboratorio, svolte durante il corso, seguite da una prova scritta e da una prova orale (previste secondo calendario appelli).

Pubblicato in INS FAR AA 2016-2017

Prof.ssa  Angela BISIO Contatto Curriculum

Informazioni aggiuntive

  • Codice* 80317
  • CFU 8
  • Corso di Studio* Farmacia
  • Anno di corso* Secondo
  • Semestre* Primo semestre
  • Docente incaricato* Prof. Bisio
  • Obiettivi formativi*

    Vengono fornite nozioni di botanica generale (istologia, organografia, riproduzione, cenni di nomenclatura) indispensabili per la comprensione delle monografie sulle droghe presenti nelle varie farmacopee. Vengono descritte indi in modo sistematico i principali taxa di interesse farmaceutico. 

     

  • Contenuti*
    1. Caratterizzazione e descrizione delle specie vegetali: Definizione di pianta officinale e di Botanica Farmaceutica. Nomenclatura scientifica. Erbario tradizionale ed Erbario virtuale.
    2. Sistematica, tassonomia, identificazione delle specie: Cenni sulla storia della sistematica (classificazioni utilitarie, artificiali, naturali, filogenetiche). Cenni sul concetto di specie ed ibrido. Definizioni di classificazione, sistematica e tassonomia. Identificazione o riconoscimento di una specie: le chiavi analitiche.
    3. Istologia: Tessuti meristematici, tessuti definitivi (tegumentali, parenchimatici, meccanici, conduttori, secretori).
    4. Organografia: Tallofite e cormofite. Struttura del cormo: radice (struttura primaria e secondaria); caule (struttura primaria e secondaria); foglia; fiore e infiorescenza; frutto.
    5. Riproduzione: Cenni sulla riproduzione (agamica e sessuale) e sui cicli metagenetici nei vegetali. Esempi di cicli nelle Alghe, nei Funghi, nelle Briofite, Pteridofite, Gimnosperme ed Angiosperme.
    6. I taxa di interesse officinale:

    - Alghe: generalità e principali taxa di interesse officinale.

    -Funghi: generalità e principali taxa di interesse officinale.

    -Licheni: generalità e principali taxa di interesse officinale.

    -Pteridofite: generalità e principali taxa di interesse officinale.

    -Gimnosperme: generalità. Principali taxa di interesse officinale delle seguenti famiglie: Ginkgoaceae, Pinaceae, Cupressaceae, Taxaceae, Ephedraceae.

    -Angiosperme 1. Magnoliopsida o Dicotyledones: generalità. Principali taxa di interesse officinale delle seguenti famiglie: Fagaceae, Betulaceae, Salicaceae, Juglandaceae, Moraceae, Cannabaceae, Urticaceae, Santalaceae, Viscaceae, Polygonaceae, Caryophyllaceae, Chenopodiaceae, Cactaceae, Euphorbiaceae Hamamelidaceae, Myristicaceae, Illiciaceae, Monimiaceae, Lauraceae, Menispermaceae, Ranunculaceae, Berberidaceae, Papaveraceae, Brassicaceae, Caricaceae, Theaceae, Rosaceae, Fabaceae, Myrtaceae, Lythraceae, Punicaceae, Araliaceae, Apiaceae, Tiliaceae, Malvaceae, Sterculiaceae, Linaceae, Zygophyllaceae, Erythroxylaceae, Rutaceae, Burseraceae, Polygalaceae, Sapindaceae, Hippocastanaceae, Celastraceae, Aquifoliaceae, Rhamnaceae, Vitaceae, Piperaceae, Ericaceae, Primulaceae, Sapotaceae, Styracaceae, Oleaceae, Loganiaceae, Gentianaceae, Apocynaceae, Rubiaceae, Convolvulaceae, Lamiaceae, Solanaceae, Scrophulariaceae, Pedaliaceae, Plantaginaceae, Caprifoliaceae, Valerianaceae, Campanulaceae, Asteraceae, Cucurbitaceae.

    -Angiosperme 2. Liliopsida o Monocotyledones: generalità. Principali taxa di interesse officinale delle seguenti famiglie: Alliaceae, Asparagaceae, Colchicaceae, Liliaceae, Convallariaceae, Asphodelaceae, Ruscaceae, Iridaceae, Agavaceae, Dioscoreaceae, Bromeliaceae, Poaceae, Arecaceae, Araceae Zingiberaceae, Orchidaceae.

     


  • Testi consigliati

     

    Maugini E., Maleci Bini L., Mariotti Lippi M. 2006. Manuale di Botanica Farmaceutica. Padova: Piccin.

    Speranza A., Calzoni G.L. 2001. Struttura delle piante in immagini. Bologna: Zanichelli.

    Bruni A., Nicoletti M. 2003. Dizionario Ragionato di Erboristeria e Fitoterapia. Padova: Piccin.

    Senatore F. 2012. Biologia e Botanica Farmaceutica. Padova: Piccin.

    Pignatti S. 2002. Flora d’Italia Bologna: Edagricole.

    Gastaldo P. 1987. Compendio della Flora Officinale Italiana. Padova: Piccin.


  • Modalità d'esame

    L’esame inizia con una prova scritta, costituita da 6 domande aperte, da 5 punti l’una, l’esame è costituito da 6 domande così suddivise:

    1- Sistematica - Si tratta di una domanda aperta, che riguarda un raggruppamento sistematico. Parte del programma coinvolta: tutta la parte dalle alghe fino alle monocotiledoni comprese. La domanda è su di un raggruppamento sistematico e bisogna rispondere con le caratteristiche botaniche dello stesso e con esempi dei vegetali di impiego farmaceutico (nome latino, droga, costituenti caratterizzanti la droga, impiego in terapia). La risposta sufficiente alla prima domanda è essenziale per la prosecuzione dell’esame ( = se non si supera questa domanda non si continua l'esame, anche se le risposte alle altre domande sono sufficienti). Lunghezza della risposta: da cinque a dieci righe circa, in modo schematico ed esaustivo.

    2- Istologia - Viene proposta una delle immagini del capitolo dell'istologia: si risponde elencando tutto ciò che è presente nell'immagine, indicando chiaramente con frecce sull’immagine la collocazione delle cose che si individuano, come illustrato a lezione.

    3- Organografia: radice o fusto o foglia - Viene proposta una delle immagini dei relativi capitoli dell’organografia, e più specificamente un'immagine di radice oppure fusto oppure foglia, si risponde elencando tutto ciò che è presente nell'immagine, indicando chiaramente con frecce sull’immagine la collocazione delle cose che si individuano, come illustrato a lezione.

    4- Organografia: fiore o infiorescenza - Viene proposta una delle immagini dei relativi capitoli dell’organografia, e più specificamente un'immagine di fiore o infiorescenza: si risponde elencando tutto ciò che è presente nell'immagine, indicando chiaramente con frecce sull’immagine la collocazione delle cose che si individuano, come illustrato a lezione.

    5- Organografia: frutto - Viene proposta una delle immagini del relativo capitoli dell’organografia, e più specificamente un'immagine di frutto, si risponde elencando tutto ciò che è presente nell'immagine, indicando chiaramente con frecce sull’immagine la collocazione delle cose che si individuano, come illustrato a lezione.

    6- Riproduzione - Si tratta di una domanda aperta sul capitolo della riproduzione in generale o su una delle parti relative alla riproduzione che sono presenti all'inizio della trattazione di ogni raggruppamento sistematico nella parte relativa alle specie di interesse farmaceutico. Lunghezza della risposta: da 5 a dieci righe circa, in modo schematico ed esaustivo.

    Tempo a disposizione: un'ora.

    Il punteggio di ciascuna risposta sarà calcolato secondo la seguente modalità: 1) apprendimento: 3 punti; 2) capacità comunicative: 1.5 punti; 3) capacità di giudizio: 1.5 punti. Il risultato ottenuto nella prova scritta viene poi discusso insieme allo studente e l’esame può eventualmente continuare oralmente.

    L’esame si considera superato solo se viene raggiunto un punteggio ≥18. 

    La possibilità di prosecuzioni di appello viene data solo in casi assolutamente eccezionali e comunque discussa il giorno stesso dell’appello con la commissione.

     


Pubblicato in INS FAR AA 2016-2017

 

Informazioni aggiuntive

  • Codice* 80322
  • CFU 8
  • Corso di Studio* Farmacia
  • Anno di corso* Terzo
  • Semestre* Primo semestre
  • Docente incaricato* Prof. Federica Novelli
  • Obiettivi formativi*

     

    Il corso ha lo scopo di fornire agli studenti le nozioni teoriche e le competenze pratiche relative alle principali metodiche di purificazione e di analisi qualitativa di sostanze di interesse farmaceutico.

  • Contenuti*

     

    Analisi qualitativa inorganica:

    Saggi di via secca

    Ricerca sistematica degli Anioni

    Primo gruppo: fosfati

    Terzo gruppo: tiosolfati, ioduri, bromuri, cloruri

    Quarto gruppo: solfati, nitrati

    Ricerca sistematica dei Cationi

    Primo gruppo: argento, bario

    Secondo gruppo: bismuto, rame, mercurio (ico)

    Terzo gruppo: alluminio, ferro, manganese

    Quarto gruppo: zinco, manganese

    Quinto gruppo: calcio, bario

    Sesto gruppo: magnesio

     

    Analisi qualitativa organica: saggi preliminari, di comportamento e specifici.

     

    Metodi spettroscopici: UV/VIS, IR, NMR, spettrometria di massa.

  • Testi consigliati

     

    F. Savelli, O. Bruno, “Analisi Chimico Farmaceutica”, Ed. Piccin

    A. Carta, M. G. Mamolo, F. Novelli, S. Piras, “Analisi Farmaceutica Qualitativa”, Ed. EdiSES

  • Modalità d'esame

     

    L'esame si svolge mediante una prova orale. La prova orale (circa 30 minuti) si svolge in presenza di due docenti di ruolo e verte sui meccanismi chimici alla base dei saggi utilizzati nell'analisi qualitativa inorganica ed organica e sulla descrizione di spettro UV, IR ed NMR di un composto.

Pubblicato in INS FAR AA 2016-2017

Informazioni aggiuntive

  • Codice* 64186
  • CFU 3
  • Corso di Studio* Farmacia
  • Anno di corso* Terzo
  • Semestre* Secondo semestre
  • Docente incaricato* Prof. Leardi
  • Obiettivi formativi*

    Il corso è indirizzato all'acquisizione delle capacità minime atte a estrarre informazioni da un insieme di dati, il tutto utilizzando un foglio di calcolo 

  • Contenuti*

    Il foglio di calcolo e le sue applicazioni nella vita quotidiana; i tipi di variabili; le operazioni matematiche; le funzioni già presenti nel foglio di calcolo; l'ordinamento; i grafici. Il corso si svolge mediante lezioni frontali ma soprattutto mediante esercitazioni a gruppi (la cui frequenza, pur non obbligatoria, è vivamente consigliata).

  • Modalità d'esame

    Durante l'esame il candidato dovrà risolvere un esercizio consistente in un'opportuna elaborazione di dati presenti in un foglio di calcolo.

    Il tempo a disposizione è di 45 minuti; è da notare che il tempo richiesto per l'effettiva esecuzione dell'esercizio non supera i 5 minuti.

    Durante l'esame il candidato ha libero accesso a ogni tipo di testo o di appunti.

Pubblicato in INS FAR AA 2016-2017

Prof. Giambattista BONANNO Contatto  Curriculum

Informazioni aggiuntive

  • Codice* 80327
  • CFU 11
  • Corso di Studio* Farmacia
  • Anno di corso* Quarto
  • Semestre* Primo semestre
  • Docente incaricato* Prof. Bonanno
  • Obiettivi formativi*

    Min 100- max 500 caratteri (o 20-100 parole)

  • Contenuti*

    Min 500-Max 2000 caratteri (o 70-300 parole)

  • Modalità d'esame

    Min 100- max 500 caratteri (o 20-100 parole) nelle modalità d'esame dovrà essere indicato come il docente intende valutare 1) apprendimento 2) capacità comunicative 3) capacità di giudizio

Pubblicato in INS FAR AA 2016-2017

Informazioni aggiuntive

  • Codice* 67531
  • CFU 6
  • Corso di Studio* Farmacia
  • Anno di corso* Quinto
  • Semestre* Primo semestre
  • Docente incaricato* Prof. ssa Tiziana Bonifacino
  • Obiettivi formativi*

     

    Il corso farmacovigilanza si propone di fornire le principali e approfondite conoscenze sul sistema di sorveglianza post-marketing dei farmaci, elemento caratterizzante della figura professionale del farmacista. Inoltre, ulteriore obiettivo dell’insegnamento è promuovere negli studenti del Corso di Laurea in Farmacia la cultura della farmacovigilanza per aumentare la qualità e il numero di segnalazioni di sospette reazioni avverse da parte dei futuri farmacisti.

    Attraverso il corso di Farmacovigilanza lo studente acquisirà piena consapevolezza che i principali obiettivi della Farmacovigilanza sono quelli di valutare il rischio connesso all’assunzione dei farmaci e di stimare l’incidenza delle loro reazioni avverse. In particolare, attraverso lo studio dell’organizzazione del Sistema di Farmacovigilanza Italiano, lo studente comprenderà come tali obiettivi siano raggiungibili attraverso alcuni passaggi fondamentali: individuare il più rapidamente possibile nuove reazioni avverse da farmaci (ADR); migliorare ed allargare le informazioni su ADR sospette o già note; valutare i vantaggi di un farmaco su altri o su altri tipi di terapia; disseminare nel modo opportuno tali informazioni per rendere più corretta e adeguata la pratica clinica terapeutica. Lo studente acquisira´ anche i principali metodi di gestione delle segnalazioni. Inoltre verra´ trattata la farmacovigilanza non solo dei farmaci ad uso umano ma anche ad uso veterinario, nonché le principali metodiche di vigilanza dei fitofarmaci (fito-vigilanza), dei dispositivi medici (dispositivo-vigilanza) e dei vaccini (vaccino-vigilanza). Infine ulteriore obiettivo sara´ quello di conoscere il contesto nazionale e internazionale in cui si inseriscono le norme relative alla farmacovigilanza.

     

     

  • Contenuti*

     

    Il programma consiste in una parte generale e una speciale.

     

    La parte Generale tratterà i seguenti argomenti: definizione, campi di interesse, obiettivi e storia della farmacovigilanza. Eventi avversi e reazioni avverse (ADEs, ADRs). Epidemiologia e impatto economico delle ADRs. Classificazione delle ADRs. Progettazione e sperimentazione dei farmaci. Le diverse tipologie di farmaci. La rete della farmacovigilanza. Le segnalazioni in farmacovigilanza e la figura del farmacista. Tipi di studi di farmacovigilanza.

     

    La parte speciale tratterà i seguenti argomenti: Farmacovigilanza dei radiofarmaci. Farmacovigilanza dei farmaci biotecnologici. Farmacovigilanza dei vaccini. Farmacovigilanza dei liquidi di contrasto. Farmacovigilanza dei farmaci d’abuso. Farmacovigilanza dei farmaci in gravidanza. Farmacovigilanza dei medicinali omeopatici, dei prebiotici, dei probiotici e dei dispositivi medici. Farmacovigilanza e farmaci LASA. Fitovigilanza. Farmacovigilanza veterinaria. Farmacovigilanza dei vaccini.

     

    A completamento del corso, l´intervento di un esperto qualificato in materia approfondirà il tema della “farmacovigilanza sul territorio”.

     

  • Testi consigliati

                                                    

    Si consiglia il materiale didattico presentato nelle lezioni frontali. 

     

  • Modalità d'esame

     

    L’esame prevede una prova orale in cui la durata del colloquio è di circa 30 minuti alla presenza di una commissione composta dal docente titolare dell'insegnamento e da un altro docente del Dipartimento o da un Dottorando/Assegnista riconosciuto Cultore della Materia dal CULM.

     

Pubblicato in INS FAR AA 2016-2017

Biologia vegetale (55416) e Biologia animale (55417) (c. i.)

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in INS FAR AA 2016-2017

Microbiologia (64540) e Igiene (64544)  (c. i.)

Informazioni aggiuntive

  • Codice* 64548
  • Corso di Studio* Farmacia
  • Anno di corso* Primo
  • Semestre* Secondo semestre
  • Docente incaricato* Prof. Schito e Prof. Sticchi
  • Obiettivi formativi*

     

    Microbiologia (64540)

    Igiene (64544)

  • Contenuti*

     

    Microbiologia (64540)

    Igiene (64544)

  • Modalità d'esame

     

    Microbiologia (64540)

    Igiene (64544)

Pubblicato in INS FAR AA 2016-2017

Farmacologia generale (80325) e Tossicologia (80326) (c.i.)

Informazioni aggiuntive

Pubblicato in INS FAR AA 2016-2017

Prof.ssa Maria Grazia Signorello Contatto Curriculum

 

Informazioni aggiuntive

  • Codice* 80314
  • CFU 12
  • Corso di Studio* Farmacia
  • Anno di corso* Secondo
  • Semestre* Secondo semestre
  • Docente incaricato* Maria Grazia Signorello
  • Obiettivi formativi*

    L’insegnamento della Biochimica si propone di fornire le nozioni per la conoscenza dei meccanismi che sono alla base della vita definendo la struttura e la funzione delle biomolecole. I principi di bioenergetica che governano le trasformazioni biochimiche permetteranno di chiarire le modificazioni metaboliche che le biomolecole subiscono e le loro interazioni sia a livello molecolare che cellulare. Infine si affronteranno gli aspetti biochimici legati all'informazione genetica e di come essa sia tradotta in sequenze amminoacidiche. L’insegnamento della Biochimica applicata fornisce approcci generali alla sperimentazione biochimica.

  • Contenuti*

    Gli aminoacidi e le proteine Classificazione e proprietà chimiche degli aminoacidi. Struttura primaria, secondaria e terziaria delle proteine: esempi. Struttura quaternaria. Emoglobina e mioglobina: struttura e funzione. Emoglobine patologiche. Catalisi e cinetica enzimatica: fattori e leggi che la regolano. Inibizione enzimatica, allosterismo e regolazione dell’attività degli enzimi.

    Il metabolismo ed i problemi energetici collegati Anabolismo e catabolismo, sintesi e demolizione di legami ad alto contenuto energetico.

    Metabolismo glucidico Struttura dei prioritari mono, di e polisaccaridi. Principali vie di utilizzazione del glucosio. Glicolisi: tappe enzimatiche, coenzimi e vitamine interessati, bilancio energetico e regolazione. Shunt dell’esoso monofosfato e sua importanza biologica. Il glutatione ridotto: struttura e funzioni. Interconversione degli zuccheri fosforilati. Sintesi e demolizione del glicogeno e regolazione ormonale (adrenalina, glucagone ed insulina). Metabolismo del fruttoso, mannoso e galattoso. Gluconeogenesi: tappe enzimatiche specifiche e regolazione. La decarbossilazione ossidativa dell’acido piruvico: coenzimi vitaminici ed enzimi coinvolti. Il ciclo dell’acido citrico: tappe enzimatiche, bilancio energetico e regolazione.

    Metabolismo lipidico Metabolismo degli acidi grassi. Demolizione ossidativa delle principali classi di acidi grassi (pari e dispari, saturi ed insaturi): tappe enzimatiche e rendimento energetico. Formazione di corpi chetonici in condizione normali e patologiche. Sintesi degli acidi grassi: complesso dell’acido grasso sintasi, processo di allungamento e di insaturazione. Sintesi e demolizione di triacilgliceroli, fosfolipidi, sfingolipidi. Metabolismo dell’acido arachidonico. Colesterolo: struttura, funzione, tappe enzimatiche della sintesi e regolazione.  Sintesi dei composti derivati dal colesterolo e isoprenoidi.

    Bioenergetica Fosforilazione ossidativa: organizzazione e localizzazione nel mitocondrio dei complessi proteici di trasporto degli elettroni, sintesi di ATP e pompe protoniche. Fotosintesi: fase luminosa ed oscura. Fotorespirazione.

    Metabolismo azotato Metabolismo degli aminoacidi. Transaminazione e deaminazione ossidativa. Tappe enzimatiche del ciclo dell’urea. Degradazione ossidativa dello scheletro carbonioso degli aminoacidi. Processi biosintetici correlati agli aminoacidi. Sintesi ex-novo, vie di recupero e demolizione dei nucleotidi purinici e pirimidinici.

    L’informazione biologica Struttura degli acidi nucleici. Replicazione del DNA. Trascrizione. Maturazione dell’RNA. Codice genetico. Sintesi delle proteine. Modificazioni post-traduzionali, trasporto e demolizione delle proteine. Regolazione dell’espressione genica nei procarioti: lac operon.

    Biochimica Applicata Approccio generale alla ricerca biochimica. Metodi di rottura delle cellule. Tecniche centrifugative. Purificazione di proteine ed enzimi: determinazione delle proteine totali, dosaggio dell’attività degli enzimi con tecniche spettrofotometriche, definizione dell’attività specifica. Principali tipi di tecniche cromatografiche ed elettroforetiche. Determinazione della struttura primaria delle proteine. 

  • Testi consigliati

    Nelson, D.L. e Cox M.M., I Principi di Biochimica di Lehninger, Zanichelli Ed.

    Garret, R.H. e Grisham, C.M., Biochimica con aspetti molecolari della Biologia cellulare, Zanichelli Ed.

    Voet D.,Voet J.G., Pratt C.W., Fondamenti di Biochimica, Zanichelli Ed.

    Berg, J.M., Tymoczko, J.L., Dtryer, L. Biochimica, Zanichelli Ed.

    Bonaccorso di Patti, M.C., Contestabile, R., Di Salvo, M.L., Metodologie Biochimiche, Casa Editrice Ambrosiana.

    Stoppini, M. e Bellotti, V.,  Biochimica Applicata, EdiSES Ed.

  • Modalità d'esame

    L'esame consiste in una prova orale in cui lo studente dovrà dimostrare l'apprendimento degli argomenti presenti nel programma e trattati durante le lezioni frontali e la capacità autonoma di giudizio. Deve essere acquisita una adeguata conoscenza della struttura e della funzione delle diverse classi di biomolecole e delle diverse vie metaboliche non solo nella loro struttura ma anche nella loro interdipendenza e regolazione. Sarà altresì valutata l'espressione dei concetti mediante un linguaggio biochimico adeguato e la terminologia scientifica appropriata.

Pubblicato in INS FAR AA 2016-2017

CHIMICA FARMACEUTICA II E CHIMICA TOSSICOLOGICA (C.I.)

Il Corso Integrato è costituito dai due seguenti moduli:

Chimica farmaceutica II - codice insegnamento 80339

Chimica tossicologica - codice insegnamento 80340

Prof. Paola Fossa Contatto Curriculum

Informazioni aggiuntive

  • Codice* 80337
  • CFU 12
  • Corso di Studio* Farmacia
  • Anno di corso* Quarto
  • Semestre* Secondo semestre
  • Docente incaricato* Prof. Paola Fossa
  • Obiettivi formativi*

     

    Gli obiettivi dell'insegnamento sono quelli di fornire allo studente le conoscenze fondamentali riguardanti lo studio dei meccanismi d'azione a livello molecolare e degli aspetti chimico-tossicologici nonchè le relazioni fra struttura chimica e attività biologica di alcune classi di farmaci. In particolare saranno descritti i farmaci che agiscono sul sistema nervoso centrale, periferico, sul sistema immunitario e sugli apparati cardiocircolatorio, respiratorio, gastroenterico. Si prevede che lo studente possieda la conoscenza dei concetti di base relativi allo studio chimico-molecolare dei farmaci e che sia in grado di discutere i meccanismi d'azione e le relazioni struttura-attività di farmaci sulla base delle caratteristiche chimiche delle molecole coinvolte.

  • Contenuti*

     

    Chimica Farmaceutica II – Farmacia a.a 2016/17   7CFU

    Gli obiettivi dell'insegnamento sono quelli di fornire allo studente le conoscenze fondamentali riguardanti lo studio dei meccanismi d'azione a livello molecolare nonchè le relazioni fra struttura chimica e attività biologica di alcune classi di farmaci. Particolare attenzione sarà rivolta ai farmaci che agiscono sul sistema nervoso centrale, periferico, sul sistema immunitario e sugli apparati cardiocircolatorio, respiratorio, gastroenterico. Si prevede che lo studente possieda la conoscenza dei concetti fondamentali relativi allo studio chimico-molecolare dei farmaci e che sia in grado di discutere i meccanismi d'azione e le relazioni struttura-attività dei farmaci oggetto del corso sulla base delle loro caratteristiche chimiche.

    Chimica Tossicologica – Farmacia a.a 2016/17   5 CFU

    Il corso prende in esame la struttura chimica, il destino metabolico, i metodi di valutazione dell'azione tossica ed il meccanismo d'azione delle principali classi di xenobiotici di interesse tossicologico. Al termine del corso lo studente possiede le conoscenze di base della reattività, dei meccanismi d'azione e degli aspetti chimico-tossicologici di molecole dannose per la salute. In particolare, lo studente è in grado di comprendere i meccanismi d'azione a livello molecolare relativi alle principali classi di xenobiotici.

     

  • Modalità d'esame

     

    L’esame si svolge mediante una prova orale in presenza di due docenti, di cui uno è il titolare dell’insegnamento. L’esame ha una durata che varia in funzione della preparazione dello studente, comunque compresa fra i 60 e i 90 minuti. Vengono poste tre/quattro domande relative a specifici argomenti trattati nel corso. Per ogni argomento il/la candidato/a deve illustrare le diverse classi di farmaci utilizzati, discutere in dettaglio il loro meccanismo d’azione, le correlazioni struttura-attività, metabolismo e reazioni avverse, una sintesi se presentata a lezione.

Pubblicato in INS FAR AA 2016-2017

Informazioni aggiuntive

  • Codice* 55413
  • CFU 10
  • Corso di Studio* Farmacia
  • Anno di corso* Primo
  • Semestre* Primo semestre
  • Docente incaricato* Giuliana DRAVA
  • Obiettivi formativi*

     

     

    Il corso ha lo scopo di fornire le conoscenze fondamentali della chimica, essenziali per affrontare gli studi successivi. In esso vengono trattati gli argomenti di base indispensabili per una corretta comprensione della materia e delle sue trasformazioni.

    Struttura della materia (atomi, legami, composti, nomenclatura chimica, stati di aggregazione). Elementi di termodinamica chimica. Le soluzioni. Reazioni chimiche. Equilibrio chimico. Elettrochimica. Il sistema periodico e le principali proprietà chimiche dei più importanti elementi e composti inorganici.

  • Contenuti*

     

    Introduzione alla chimica. Elementi. Composti e miscele. Concentrazione. Principali regole di nomenclatura chimica. Reazioni chimiche e loro bilanciamento. Stechiometria.

    Stato gassoso. Equazione di stato del gas ideale. Miscele gassose e pressione parziale. I gas reali e l’equazione di Van der Waals.

    Termodinamica. Calore di reazione ed entalpia. Entropia. Energia libera e spontaneità di una reazione chimica.

    L’Atomo. Struttura dell’atomo. Orbitali. Elettroni ed orbitali. Il sistema periodico.

    I Legami Chimici. Legame ionico. Legame covalente. Elettronegatività. Strutture di Lewis. Teoria VSEPR. Orbitali ibridi. Forze intermolecolari.

    Stati Liquido e Solido. I liquidi. I solidi. Il legame metallico. I cambiamenti di fase ed il diagramma di fase di una sostanza pura.

    Soluzioni. Solubilità. Soluzioni ideali e legge di Raoult. Proprietà colligative. Gli elettroliti. Grado di dissociazione. Conducibilità elettrica delle soluzioni di elettroliti.

    Cinetica Chimica. Velocità di una reazione chimica. Teoria delle collisioni e fattori che influenzano la velocità di una reazione. Equazione cinetica. Catalisi.

    Equilibrio Chimico. Legge dell’equilibrio chimico. Costante di equilibrio. Principio di Le Chatelier. Equilibri omogenei ed eterogenei.

    Acidi e Basi. Teorie di: Arrhenius, Brønsted-Lowry e Lewis. Forza degli acidi e delle basi. Grado di acidità delle soluzioni acquose: il pH. Gli indicatori di pH. Idrolisi. Soluzioni tampone. Equilibri di solubilità. I complessi.

    Elettrochimica. Semielementi e pile. Potenziale di un semielemento ed equazione di Nernst. Elettrolisi. Leggi di Faraday. Accumulatori.

    Chimica Inorganica. L’idrogeno. Principali caratteristiche degli elementi e dei più importanti composti dei seguenti gruppi: 1/I (metalli alcalini), 2/II (metalli alcalino-terrosi), 13/III, 14/IV, 15/V, 16/VI, 17/VII (alogeni), 18/0 (gas nobili). Caratteristiche generali degli elementi del blocco “d” e principali composti.

  • Testi consigliati
     
     
    Il testo seguito dal docente è:

    - Peter Atkins e Loretta Jones, “CHIMICA GENERALE” (Seconda edizione italiana condotta sulla terza edizione originale), Ed. Zanichelli.

    Possono essere utilizzati altri testi di Chimica Generale ed Inorganica a livello universitario. Ad esempio:

    - Peter Atkins, Loretta Jones, “PRINCIPI DI CHIMICA”, Ed. Zanichelli

    - Kotz, Treichel, Townsend, “CHIMICA”, Ed. Edises

    - Brown, Lemay, Bursten, Murphy, Woodward, “FONDAMENTI DI CHIMICA”, Ed. Edises

    - Casarin, Casella, D'Agostino, Filippi, Grandinetti, Purrello, Re, Speranza, "CHIMICA GENERALE E INORGANICA" a cura di M. Speranza, Ed. Edi-ermes

    - Petrucci, Herring, Madura, Bissonnette, “CHIMICA GENERALE. Principi ed applicazioni moderne" (insieme ad esso è fornito gratuitamente anche il libro con le Soluzioni degli esercizi), Ed. Piccin

  • Modalità d'esame

      

    L’esame si svolge mediante una prova scritta seguita da una prova orale. La prova scritta si basa su 30 domande a risposta multipla. Viene assegnato 1 punto per ogni risposta esatta, non viene assegnato nessun punto per ogni risposta assente o ambigua, vengono sottratti 0,2 punti per ogni risposta errata. Lo studente ha a disposizione 60 minuti per completare lo scritto. Dopo la correzione, la prova scritta viene discussa con gli studenti interessati. Si è ammessi alla prova orale se il voto riportato è almeno 17/30.

    Lo studente che nella prova scritta ha riportato una votazione INFERIORE A 12/30 NON può presentarsi all’appello successivo se questo cade nei 20 giorni successivi.

    La prova orale si svolge in presenza di due docenti di ruolo, verte sul programma svolto durante le lezioni frontali e dura, per lo studente medio, circa 30 minuti.

Pubblicato in INS FAR AA 2016-2017

Informazioni aggiuntive

  • Codice* 60795
  • CFU 10
  • Corso di Studio* Farmacia
  • Anno di corso* Secondo
  • Semestre* Primo semestre
  • Docente incaricato* Prof. Francesco Lucchesini
  • Obiettivi formativi*

     

    La chimica organica è propedeutica a molti insegnamenti successivi, quindi il corso si propone di dare le conoscenze di base necessarie, cercando (nei limiti del possibile e tenuto conto che un unico corso che deve coprire l' intera materia) di contenere l' inevitabile sforzo mnemonico  attraverso un approccio il più possibile unitario e meccanicistico.

  • Contenuti*

     

    Riepilogo sul legame chimico. I legami possibili per l' atomo di carbonio. Le principali classi di composti organici. Reattività in chimica organica: reazioni radicaliche, di sostituzione nucleofila alifatica, aromatica ed acilica, reazioni di sostituzione elettrofila aromatica, di addizione elettrofila al doppio e triplo legame carbonio-carbonio, di addizione nucleofila al gruppo carbonile. Reattività di sistemi aromatici policiclici ed eterociclici,elettronricchi ed elettronpoveri. Le molecole organiche di importanza biologica. Saccaridi (mono,di e polisaccaridi). Amminoacidi e peptidi.

  • Testi consigliati

     

    a) R. T. Morrison, R. N. Boyd CHIMICA OREGANICA (ed Ambrosiana)

    b) M. Loudon CHIMICA ORGANICA (ed. EdiSES)

    per completare alcuni argomenti viene fornito del materiale dall' incaricato del corso

  • Modalità d'esame

     

    Una prova scritta preliminare permette una prima verifica delle nozioni acquisite, nonchè di avere una stima della capacità di giudizio e di valutazione dello studente attraverso lo svolgimento di esercizi applicativi (sviluppo di semplici sequenze sintetiche, valutazione della reattività di molecole organiche date ecc.). Se l' esito  della prova scritta non è negativo, il successivo esame orale dà allo studente la possibilità di dimostrare la sua capacità di esporre gli argomenti appresi.

Pubblicato in INS FAR AA 2016-2017

FISICA per Farmacia

Prof.ssa Ornella Cavalleri Contatto 

Informazioni aggiuntive

  • Codice* 55422
  • CFU 8
  • Corso di Studio* Farmacia
  • Anno di corso* Primo
  • Semestre* Secondo semestre
  • Docente incaricato* Prof. Ornella Cavalleri
  • Obiettivi formativi*

     

    L’obiettivo del corso è di fornire allo studente gli strumenti di base indispensabili per lo studio dei fenomeni fondamentali della Fisica, dalla meccanica alla termodinamica all’elettromagnetismo. In particolare si intende fornire durante il corso una metodologia che permetta allo studente di affrontare in modo corretto, consultando opportuni testi, anche tematiche relativamente nuove via via incontrate negli studi successivi.

  • Contenuti*

     

    Meccanica

    Grandezze fisiche e unità di misura – Errori casuali e sistematici –Sistemi di unità di misura – Grandezze scalari e vettoriali – Cinematica: moto uniformemente accelerato, moto circolare uniforme – Leggi di Newton – Forza gravitazionale, forza elastica, forza d’attrito – Lavoro di una forza – Energia cinetica e potenziale – Teorema lavoro-energia – Forze conservative e non conservative – Conservazione dell’energia meccanica – Quantità di moto – Urti.

    Fluidi

    Statica dei fluidi – Definizione di pressione – Principio di Pascal – Legge di Stevino – Barometro a mercurio – Principio di Archimede – Dinamica dei Fluidi – Portata – Equazione di continuità – Equazione di Bernoulli – Viscosità – Equazione di Poiseuille – Sedimentazione – Moto laminare e moto turbolento – La circolazione del sangue – Tensione superficiale – Formula di Laplace – Capillarità e legge di Jurin.

    Elettricità e Magnetismo

    La carica elettrica – Legge di Coulomb – Campo elettrico – Campo elettrico creato da una distribuzione di cariche puntiformi – Potenziale elettrico – Potenziale creato da una distribuzione di cariche puntiformi – Dipolo elettrico – Conduttori e isolanti – La corrente elettrica – Leggi di Ohm – Condensatori – Collegamenti serie e parallelo – Circuiti elettrici elementari - Circuito RC – Campo magnetico – Forza di deflessione su di una carica in moto - Campo magnetico creato da un filo percorso da corrente – Forza tra due fili percorsi da corrente.

    Ottica

    Cenni sulla natura elettromagnetica della luce – Ottica geometrica – Leggi della riflessione e rifrazione – Lenti sottili – Equazioni delle lenti – Microscopio composto – Interferenza e diffrazione.

    Termodinamica

    Definizione di temperatura – Equazione calorimetrica – Lavoro – Primo principio – Cicli termodinamici – Secondo principio – Cenni ai potenziali termodinamici.

       

  • Testi consigliati

     

     

     

    - D.C. Giancoli, Fisica, CEA, Milano

    - J.S. Walker, Fondamenti di Fisica, Zanichelli, Bologna

    - E. Ragozzino, Principi di Fisica per Scienze Biologiche, Biotecnologie, Farmacia e Scienze biomediche, EdiSES, Napoli

    - M. Celasco, D. Panzieri, 2000 problemi di Fisica, ECIG, Genova

    - F. Borsa, A. Lascialfari, Principi di Fisica per indirizzo biomedico e farmaceutico, EdiSES, Napoli

  • Modalità d'esame

     

    L’esame si svolge mediante una prova scritta obbligatoria per tutti gli studenti.

    Se la prova scritta è insufficiente, con punteggio < 13, lo studente dovrà ripresentarsi a un appello succcessivo, ma non prima di 28 giorni.

    La prova scritta è seguita da una prova orale, facoltativa per gli studenti che abbiano ottenuto una valutazione sufficiente della prova scritta (≥ 18/30), obbligatoria per gli studenti che non abbiano ottenuto una valutazione sufficiente della prova scritta. La prova scritta prevede la risoluzione di esercizi, gli studenti hanno 120 minuti a disposizione e possono consultare un formulario scaricabile da Aulaweb. La prova orale si svolge in presenza di due docenti di ruolo, verte sulla discussione dello scritto e sul programma svolto durante le lezioni frontali.

    Per ogni appello, il termine ultimo per l'iscrizione è di 5 giorni prima della data della prova, come deducibile dalla procedura di iscrizione online, obbligatoria per sostenere l'esame. Non verranno ammesse deroghe a tale termine per le iscrizioni.

Pubblicato in INS FAR AA 2016-2017

Fisiologia Generale

Corso di Laurea Magistrale in Farmacia e CTF

Prof. Silvio Palmero Contatto Curriculum

 

Informazioni aggiuntive

  • Codice* 60808
  • CFU 10
  • Corso di Studio* Farmacia
  • Anno di corso* Secondo
  • Semestre* Secondo semestre
  • Docente incaricato* Silvio Palmero
  • Obiettivi formativi*

     

    Fornire le cognizioni relative ai meccanismi comuni che regolano, in termini chimico-fisici, le funzioni cellulari.

    Illustrare i principi generali che governano le funzioni dell’organismo con particolare riferimento all’uomo.

  • Contenuti*

     

    Fisiologia Cellulare e Molecolare

    Proprietà organismo vivente (Omeostasi). Scambi tra cellula e ambiente (Flussi, Trasporti). Comunicazione tra cellule: Comunicazione chimica ( Generalità, Modalità, Recettori chimici cellulari, Secondi Messaggeri); Comunicazione elettrica (Generalità, Potenziale di membrana, Potenziali elettrotonici, Potenziale d’azione, Fibre nervose, Sinapsi, Potenziale post-sinaptico, Neurotrasmettitori, Recettori sensoriali, Potenziale del recettore, Riflessi). Contrazione (Tessuto muscolare, Meccanismi molecolari contrazione, Meccanica contrazione).

     

    Fisiologia Sistemica

    Sistema Cardiocircolatorio (Funzioni cardiache, Funzioni vascolari, Emodinamica). Sistema Respiratorio (Funzione polmonare, Scambi gassosi, Trasporto ematico dei gas respiratori). Sistema Renale (Funzione renale, Equilibrio idro-salino, Equilibrio acido-base). Termoregolazione. Bioenergetica (Omeostasi Ponderale). Sistema gastrointestinale (Funzioni gastro-enteriche, Digestione). Sistema Endocrino (Endocrinologia generale, Endocrinologia sistematica). Sistema Riproduttivo ( Differenziamento sessuale, Ovaio, Testicolo).

    [Per Informazioni dettagliate: vedi Allegato "Programma d'Esame"]

  • Testi consigliati

     

    Autori Vari, Fisiologia, edi-ermes (2011)

    Costanzo, Fisiologia, edra (2017) 

     

  • Modalità d'esame

     

    L’esame di Fisiologia Generale verte sugli argomenti trattati durante le lezioni e consta di  una prova scritta e una prova orale.

    La prova scritta è costituita da 25 domande con risposte a scelta multipla e da 6 quesiti a risposta numerica.

    La prova scritta viene svolta su computer in aula informatica, avvalendosi di AulaWeb, cui si accede mediante le proprie credenziali UniGePass.

    Ai fini della valutazione vengono considerate solo le risposte corrette, cui viene assegnato un punto. 

    Lo  studente che consegua nella prova scritta un punteggio inferiore a 16  non è ammesso alla prova orale ed è da considerarsi respinto; per gli ammessi, la prova orale si svolge di norma nella stessa giornata dello scritto e/o eventualmente nelle giornate successive.

    Il voto finale  viene assegnato, in base all’esito di entrambe le prove. 

Pubblicato in INSEGNAMENTI FARMACIA

Gestione aziendale
Prof.ssa Roberta Scarsi Contatto

 

Informazioni aggiuntive

  • Codice* 67509
  • CFU 3
  • Corso di Studio* Farmacia
  • Anno di corso* Quarto
  • Semestre* Secondo semestre
  • Docente incaricato* Prof.ssa Roberta Scarsi
  • Obiettivi formativi*

     

    Il corso si propone di fornire agli studenti alcune delle categorie concettuali fondamentali per comprendere i fenomeni economici e per approcciare la realtà delle imprese, attraverso una descrizione delle principali funzioni aziendali.

  • Contenuti*

     

    Il corso prevede una introduzione sul concetto di impresa e sulle diverse tipologie di impresa. Si procede quindi ad una descrizione delle principali funzioni aziendali e delle relative attività (contabilità e bilancio d'esercizio, finanza aziendale, governo strategico dell'impresa, marketing strategico e operativo, sistema produttivo e logistico, gestione delle risorse umane). Specifici approfondimenti vengono dedicati alle imprese di servizi, con particolare riferimento alle imprese commerciali, alle piccole imprese e alle imprese familiari.

  • Testi consigliati

     

    Antoldi F., Economia e organizzazione aziendale. Introduzione al governo delle imprese (II edizione), McGraw-Hill, 2012.

  • Modalità d'esame

     

    L'esame si svolge in forma scritta o orale. L'esame verte su tutti gli argomenti trattati nell'ambito del corso. Nello svolgimento dell'esame il candidato dovrà dimostrare l'apprendimento dei contenuti teorici, la padronanza dei modelli di base e della terminologia specifica. Dovrà inoltre dimostrare, attraverso la proposta e/o il commento di esempi concreti, una sufficiente capacità critica rispetto alla lettura dei problemi e alla individuazione di possibili soluzioni.

Pubblicato in INS FAR AA 2016-2017

Lingua inglese
Prof.ssa Deirdre Kantz Contatto Curriculum

 

Informazioni aggiuntive

  • Codice* 8452 - 8451
  • CFU 5
  • Corso di Studio* Farmacia
  • Anno di corso* Primo
  • Semestre* Secondo semestre
  • Docente incaricato* Prof. Deirdre Kantz
  • Obiettivi formativi*

     

    The course aims to develop the speaking, listening, reading, and writing skills required to communicate effectively in biomedical English, including to inquire, explain, prompt, rephrase, instruct, advise, recommend, investigate, interpret and discuss, as well as to research, summarize, record, and present pertinent biomedical information. Specifically the exam will assess students’ capacity to demonstrate:

    • English language and communication skills;
    • application of these skills to scientific English over a wide range of genres;
    • their handling of basic biomedical and pharmaceutical terminology as a result of online and self-study.
  • Contenuti*

     

    The course introduces the student to relevant biomedical English vocabulary, pronunciation, usage and functional language as well as elements of style and register found in biomedical texts. The course covers the main stages of biomedical communication and students will master basic and specialist biomedical terminology in relation to specific thematic areas, namely: Anatomy and the Human Body (Unit 1, The Medical Alphabet); Acronyms and Abbreviations(Unit 1, The Medical Alphabet); Blood and Cardiology (Units 2 and 3, The Medical Alphabet); Diabetes; Endocrinology; Forensics (Units 4, 5, 6, The Medical Alphabet). 

  • Testi consigliati

     

    Anna Loiacono (2013). The Medical Alphabet. An English textbook in healthcare. Matarrese editore. Andria.

  • Modalità d'esame

     

    The course examination, at the end of the 2nd semester, is an oral test. In recognition of the highly specialist nature of this course, students will be examined by a commission including specialists in organic chemistry and pharmacology.

    The oral exam is designed to evaluate the student’s comprehension of the contents of the course book presented during the lessons, their capacity to translate specialist texts from English into Italian and generally master the discourse of pharmacy in English.

    The materials presented during the lessons and the contents of the course book complement the subject matter of the entire degree course. Consequently, no credit will be awarded for the completion of a similar course elsewhere, including the holding of any certificate of English language proficiency.

Pubblicato in INS FAR AA 2016-2017

 

Prof.ssa Grazia Tamone Contatto Curriculum

 

 

Informazioni aggiuntive

  • Codice* 55414
  • CFU 6
  • Corso di Studio* Farmacia
  • Anno di corso* Primo
  • Semestre* Primo semestre
  • Docente incaricato* TAMONE Grazia
  • Obiettivi formativi*

     

    Fornire strumenti di Matematica di base attraverso cui poter costruire "modelli" per la risoluzione di problemi .

  • Contenuti*

     

    Introduzione delle idee di "struttura" e "modello", con un breve viaggio nella storia. Richiami su insiemi e strutture, in particolare sui numeri interi, razionali, reali .

    Concetto di "funzione" di variabile reale, con esempi di carattere fisico o chimico. Grafico, sistemi di coordinate nel piano. Riconoscimento di certe simmetrie . Richiami sulle funzioni elementari : lineari e quadratiche, trigonometriche, esponenziali e logaritmiche, radice quadrata, valore assoluto , con esempi di fenomeni modellizzabili con tali funzioni . Funzioni "somma", "prodotto", "rapporto", "composte" . 

    Problemi riconducibili a disequazioni. Risoluzione di certi tipi di disequazioni , con

    interpretazioni grafiche .

    Concetti di "continuità" e "limite" . Derivate : interpretazione geometrica , derivate delle tipologie di funzioni sopra considerate . Applicazioni allo studio del grafico di una funzione e a problemi di ottimizzazione .

    Cenno al concetto di "integrale", in collegamento con quello del calcolo di aree nel piano. 

    Fondamenti di calcolo delle probabilità . Spazio dei campioni, probabilità di un evento nel  caso "discreto" . Probabilità di eventi esclusivi, condizionati, indipendenti. Elementi di statistica descrittiva.

  • Testi consigliati
    1.  

    Testi adottati :

    Appunti di Matematica per Farmacia , di G.Tamone ( "appunti interni" ).

    MATEMATICA DI BASE, Esercizi svolti, testi d'esame,richiami di teoria, di A.M.Bigatti e G.Tamone , Editrice Esculapio ( 2016 ) 

    Ulteriore testo consigliato :

    Matematica di base , di A.M.Bigatti e L.Robbiano, Editrice Ambrosiana ( 2014 ) 

  • Modalità d'esame

     

    L'esame , che ha come fine la valutazione di : 1) apprendimento 2) capacità comunicative 3) capacità di giudizio , consiste di una prova scritta .

    Modalità di esame:

    L'esame consiste in una prova scritta, articolata in tre esercizi, inerenti le parti principali del programma svolto, da risolvere con adeguate spiegazioni ; il tempo a disposizione è 2 ore . Per ognuno degli esercizi viene esplicitamente indicato un punteggio . Dopo la correzione, gli elaborati vengono analizzati e discussi con gli studenti 

    Se la prova scritta è insufficiente , con punteggio < 13 , 

    lo studente dovrà ripresentarsi a un appello succcessivo, ma non prima di 28 giorni .

    Se la prova scritta è insufficiente con punteggio ≥ 13 , si hanno due opzioni:

    sostenere una prova orale ( consistente solitamente di "esercizi" e condotta da due docenti di ruolo )

    oppure 

    sostenere nuovamente la prova scritta in uno (qualunque) degli appelli successivi

    Se la prova scritta è sufficiente,ma:  

    (a) almeno un esercizio ha totalizzato meno della metà del punteggio assegnato ;

    (b) le spiegazioni fornite sono tutte o in parte molto carenti e lasciano dubbi circa l'effettiva comprensione ,

    è obbligatorio sostenere una prova orale . Nel caso (a) l’orale verte sugli esercizi che presentano la criticità sopra indicata .                                                                                                                                             

    Se la prova scritta è sufficiente e non presenta problemi del tipo precedente , non vi è obbligo di prova orale .

    Lo studente ha comunque facoltà di sostenere anche una prova orale , e in tal caso il voto finale dipende dalla valutazione sia dello scritto che dell’orale.

     

    Durante la prova scritta è consentito un foglio di appunti (dimensione A4, due facciate) e l’uso di una calcolatrice: non si possono utilizzare altri appunti, nè smartphone, cellulare, computer, libri.

    Il foglio di appunti puo' essere scritto a mano, fotocopiato, stampato, colorato, fotoridotto a piacere. Si consiglia di prepararlo personalmente in quanto solo una profonda conoscenza della struttura e del contenuto ne permette un fruttuoso utilizzo durante lo scritto.

    Per ogni appello, il termine ultimo per l'iscrizione è di 5 giorni prima della data della prova , come deducibile dalla procedura di iscrizione online, obbligatoria per sostenere l'esame. Non verranno ammesse deroghe a tale termine per le iscrizioni , e gli studenti non prenotati non potranno sostenere l'esame .Si consiglia pertanto di iscriversi per tempo.

    Inoltre ( come sopra detto ) gli studenti che in un esame avranno ottenuto punteggio minore di 13 non potranno sostenere nuovamente la prova prima di 28 giorni.

Pubblicato in INS FAR AA 2016-2017

Prof.ssa Cinzia Domenicotti Contatto

 

Informazioni aggiuntive

  • Codice* 64187
  • CFU 10
  • Corso di Studio* Farmacia
  • Anno di corso* Terzo
  • Semestre* Secondo semestre
  • Docente incaricato* Prof. Cinzia Maria Domenicotti
  • Obiettivi formativi*

     

    Il corso ha l’obiettivo di consentire allo studente di conoscere le basi eziologiche ed i meccanismi patogenetici delle malattie nell’uomo, nonché i meccanismi fisiopatologici fondamentali dei principali organi e apparati. Inoltre cerca di interpretare gli aspetti morfologici e gli aspetti biochimico- funzionali che con i primi sono intimamente collegati. Lo studio della Patologia Generale si articola in vari capitoli: Concetto di salute e malattia; Cause di malattia; Patologia cellulare; Oncologia; Patologie dei singoli apparati. Il corso dedica particolare cura all’insegnamento della terminologia medica. 

     

  • Contenuti*

     

    Campo di studio della Patologia Generale. Concetto di omeostasi. Differenze tra malattia, stato, processo e fenomeno morboso. Danno cellulare reversibile e irreversibile. Patologia cellulare.

    EZIOLOGIA GENERALE: Patologie genetiche e cromosomiche. Le radiazioni. Traumi e riparazione delle ferite. Ustioni e congelamenti. Modalità di azione patogena della sostanze chimiche. Alterazione del pH. Azione solvente. Azione denaturante. Azione tossica. Difese enzimatiche: meccanismi di biotrasformazione di fase I e II. Cause di malnutrizione protido-energetica: marasma e kwashiorkor. Anoressia e bulimia. Le vitamine liposolubili idrosolubili e relative carenze. Carenze di minerali. Obesità. Rapporti della dieta con l’aterogenesi ed il cancro.

    LA FEBBRE: Termoproduzione e Termodispersione. Ipertermie febbrili. Tipi di febbre.

    TUMORI: Basi molecolari dei tumori: oncogèni e loro attivazione. Alterazioni degli oncosoppressori. Eziologia dei tumori. Concetto di iniziazione e promozione. Classificazione delle neoplasie.

    ALTERAZIONI DELL’EQUILIBRIO EMODINAMICO: Edema. Trombosi. Trombi arteriosi e venosi. Embolia solida, liquida e gassosa.

    FISIOPATOLOGIA DEI VASI SANGUIGNI: L’Aterosclerosi: fattori di rischio. Il danno endoteliale. Patogenesi della formazione della placca.

    FISIOPATOLOGIA DEL SANGUE : Anemie. Leucemie. Linfomi.

    FISIOPATOLOGIA DEL CUORE E DEL CIRCOLO: Cardiopatie ischemica. Cardiopatia ipertensiva. Malattie valvolari. Alterazioni del ritmo. Shock. Ipossia. Ischemia.

    FISIOPATOLOGIA DELL’ APPARATO RESPIRATORIO: Insufficienza respiratoria. Polmoniti. Malattia polmonare ostruttiva cronica (asma bronchiale - bronchiti acute e croniche – enfisema). Pleuriti. Pneumotorace.

    FISIOPATOLOGIA DELL’APPARATO ALIMENTARE: Lesioni mucosa orale. Patologie dentarie. Patologie ghiandole salivari. Patologie esofagee. Patologie gastriche. Patologie intestinali  Ittero. Epatiti virali.  Epatiti tossiche. Epatiti croniche. Insufficienza epatica. Cirrosi. Colelitiasi. Pancreatiti. Diabete.

    FISIOPATOLOGIA DELL’APPARATO RENALE – URINARIO: Classificazione delle malattie renali. Patologie glomerulari, tubulari, interstiziali e delle vie urinarie. Insufficienza renale acuta e cronica.

    FISIOPATOLOGIA DELL’APPARATO TEGUMENTARIO

    FISIOPATOLOGIA DEGLI ORGANI DI SENSO: Malattie dell'occhio. Malattie dell'orecchio.

    FISIOPATOLOGIA DEL SISTEMA NERVOSO CENTRALE: Malattie cerebrovascolari. Malattie infettive. Malattie degenerative (morbo di Parkinson - morbo di Alzheimer) - Encefalopatia spongiforme. Malattie demielinizzanti (sclerosi multipla).

  • Testi consigliati

     

    PONTIERI G.M.: PATOLOGIA E FISIOPATOLOGIA GENERALE-EDIZ. PICCIN-TERZA EDIZIONE

     

    KUMAR V., ABBAS A.K., ASTER J.C.: ROBBINS-FONDAMENTI DI PATOLOGIA E FISIOPATOLOGIA-EDIZIONE 2013

     

    CELOTTI F.: PATOLOGIA GENERALE E FISIOPATOLOGIA-EDISES-EDIZIONE 2013

  • Modalità d'esame

     

    L'esame si svolge mediante una prova orale in presenza di due docenti di ruolo e verte sul programma svolto durante le lezioni frontali. La prova dura in media 35 minuti ed al termine i due docenti della commissione formulano una votazione finale che risulta dalla media ponderata delle votazioni parziali che vengono assegnate tenendo conto della capacità di esposizione, di sintesi e di assimilazione dei contenuti del programma. Per gli studenti frequentanti viene offerta, alla fine del corso, la possibilità di partecipare ad una prova scritta sulla prima parte del programma (patologia generale), il cui esito è valutato in trentesimi e messo in media alla votazione in trentesimi del colloquio orale (fisiopatologia).

Pubblicato in INS FAR AA 2016-2017

Prof.ssa Brunella Parodi Contatto  Curriculum

Informazioni aggiuntive

  • Codice* 67449
  • CFU 12
  • Corso di Studio* Farmacia
  • Anno di corso* Quarto
  • Semestre* Primo semestre
  • Docente incaricato* Prof. Brunella Parodi
  • Obiettivi formativi*

     

    L'insegnamento è finalizzato allo studio delle nozioni relative agli aspetti preparativi e di controllo delle diverse forme farmaceutiche nonché, per la parte legislativa, all'acquisizione della normativa inerente l'organizzazione sanitaria italiana e l'esercizio dell'attività professionale in farmacia. Il corso comprende anche lo svolgimento di esercitazioni pratiche relative alla preparazione delle forme di dosaggio studiate.

  • Contenuti*

     

    Tecnologia farmaceutica

    La Farmacopea Ufficiale della Repubblica Italiana e la Farmacopea Europea

    Incompatibilità fisiche, chimiche e terapeutiche. Rischio clinico e sua gestione per la riduzione degli errori in terapia.

    Operazioni farmaceutiche: essiccamento, polverizzazione, setacciatura, miscelazione, dissoluzione, filtrazione. Liofilizzazione.

    Micromeritica: granulometria e diametri equivalenti sferici. Determinazione dell'area superficiale delle polveri. Proprietà delle polveri: densità, porosità, bagnabilità, scorrevolezza, igroscopicità. Polimorfismo e problematiche di formulazione. Polveri come forma farmaceutica per uso interno ed esterno

    Granulazione: ad umido, a secco e granulazione diretta. Granulati come forma farmaceutica: preparazione e controlli. Granulati effervescenti.

    Compresse: preparazione e controlli. Rivestimento delle compresse: confettatura, rivestimenti con film. Compresse speciali: sublinguali, boccali, vaginali, per innesto sottocutaneo, effervescenti.

    Capsule opercolate e capsule di gelatina molli: preparazione e controlli.

    Microcapsule: metodi di preparazione.

    Droghe vegetali: metodi estrattivi. Preparazione e controllo di estratti, tinture, alcolati, idrolati, infusi, decotti, essenze. Soluzioni: solubilità e velocità di dissoluzione. Determinazione del pH di precipitazione. Acqua come solvente: acqua depurata secondo la F.U. Inquinamento microbico e conservanti. Preparazione di soluzioni isotoniche. Soluzioni tampone nelle forme di dosaggio.

    Preparazioni otologiche e nasali.

    Oleoliti: irrancidimento ed antiossidanti.

    Colliri: Preparazione e controlli.

    Sciroppo semplice e sciroppi medicati.

    Sterilizzazione: generalità; metodi impiegati.

    Preparati per uso parenterale: vie di somministrazione, veicoli e contenitori in vetro e in materiale plastico. Controlli.

    Fenomeni interfacciali: tensione superficiale e interfacciale: metodi di determinazione.

    Fenomeni elettrici di superficie: il potenziale zeta

    Emulsioni: preparazione, fenomeni di instabilità, controlli. Test accelerati di stabilità. Microemulsioni.

    Tensioattivi: classificazione e impiego.

    Sospensioni: preparazione, fenomeni di instabilità, controlli.

    Dispersioni colloidali: classificazione, proprietà, metodi di preparazione e di purificazione.

    Preparati per uso dermatologico: eccipienti, preparazione e controllo di creme, geli, paste ed unguenti.

    Suppositori: eccipienti, preparazione e controlli.

    Esercitazioni pratiche individuali

    Preparazione di formulazioni solide orali: cartine, cachet, capsule opercolate

    Preparazione di formulazioni liquide: soluzioni acquose per uso interno ed esterno, sciroppi medicati, infusi, decotti, soluzioni non acquose, emulsioni e sospensioni

    Preparazione di formulazioni semisolide: creme, unguenti, geli e paste

    Preparazione di suppositori: supposte ed ovuli

    Preparazione di colliri isotonici

    Preparazione di soluzioni perfusionali

    Legislazione Farmaceutica

    Normativa sovranazionale.

    Organizzazione centrale e periferica dei servizi dello Stato.

    Titolarità, gestione diretta del titolare e sue responsabilità.

    Gestione societaria di farmacie.

    Classificazione amministrativa delle Farmacie e sistema di territorializzazione.

    La Farmacia ospedaliera e i Servizi Farmaceutici territoriali.

    La farmacia pubblica.

    La ricetta medica: fornitura di medicinali per uso umano.

    Norme di Buona Preparazione.

    Le ispezioni in Farmacia.

    Detenzione e vendita di sostanze velenose.

    Disposizioni in materia di sostanze stupefacenti e psicotrope: DPR 309/90, obblighi relativi all'acquisto ed alla vendita.

    Preparazioni magistrali.

    L’ordine professionale e il codice deontologico.

  • Testi consigliati

     

    Farmacopea Ufficiale Edizione in vigore

    Michele Amorosa "Principi di Tecnica Farmaceutica", Lib.Universitaria Tinarelli (Bologna)

    P. Colombo e coll.: Principi di Tecnologie Farmaceutiche Casa Editrice Ambrosiana (Milano)

    Alfred Martin "Physical Pharmacy", Lea e Febiger. Philadelphia.

    M.Marchetti, P.Minghetti "Legislazione Farmaceutica", Casa Editrice Ambrosiana (Milano)

    M.E.Aulton, K.M.G.Taylor “Tecnologie Farmaceutiche. Progettazione e allestimento di medicinali”. EDRA (Milano)

     

  • Modalità d'esame

     

    L’esame si svolge mediante una prova scritta. La prova è articolata in 9 domande di cui:

    - svolgimento di un esercizio a risposta numerica

    - commento di una forma farmaceutica

    - 6 domande di argomento tecnologico a risposta aperta

    - 3 domande di argomento legislativo a risposta aperta

    La prova deve essere completata in 2 ore. Dopo la correzione gli elaborati vengono discussi pubblicamente con gli studenti interessati.

Pubblicato in INS FAR AA 2016-2017

Tecnologia, Socioeconomia e Legislazione farmaceutiche II - FAR
Prof. ssa Sara Baldassari Contatto Curriculum

 

Informazioni aggiuntive

  • Codice* 67522
  • Corso di Studio* Farmacia
  • Anno di corso* Quinto
  • Semestre* Primo semestre
  • Docente incaricato* Sara Baldassari
  • Obiettivi formativi*

     

    Gli obiettivi della disciplina sono: fornire nozioni di biofarmaceutica, formulazione e conservazione dei medicinali; trattare le forme farmaceutiche a rilascio modificato o non convenzionale; fornire una buona conoscenza delle norme che regolamentano produzione, controllo e vigilanza sui farmaci; confrontare la disciplina dei medicinali con quella di altre categorie merceologiche con valenza medica o salutare; descrivere il Servizio Sanitario Nazionale fornendo alcune nozioni basilari di Socioeconomia.

  • Contenuti*

     

    Tecnologia farmaceutica

      • Introduzione alla reologia ed alle caratteristiche reologiche delle forme farmaceutiche.
      • Stabilità, stabilizzazione e conservazione dei medicamenti: aspetti tecnologici e normativi.
      • Il confezionamento farmaceutico: aspetti tecnologici e normativi.
      • Fondamenti di igrometria.
      • Forme farmaceutiche pressurizzate.
      • Nozioni fondamentali di preformulazione e biofarmaceutica.
      • Forme farmaceutiche e sistemi terapeutici a rilascio modificato.

    Legislazione

    • Definizione di medicinale.
    • Classificazione normativa ed amministrativa dei medicinali.
    • Presentazione dei medicinali: etichetta, foglio illustrativo.
    • Organigramma della EMA e funzioni nell'ambito del sistema europeo di controllo dei medicinali.
    • Normativa UE per l'autorizzazione alla produzione ed al commercio dei principi attivi e dei medicinali per uso umano.
    • I medicinali generici.
    • La farmacovigilanza: funzioni e modalità di attuazione del sistema in Italia nell'ambito della UE. Cenni sul "WHO Programme for International Drug Monitoring".
    • L'informazione medico-scientifica e la pubblicità in campo farmaceutico.
    • Disciplina dei medicinali veterinari.
    • Disciplina dei medicinali omeopatici.
    • Dispositivi medici.
    • Dispositivi medico-diagnostici in vitro.
    • I Biocidi ed i Presidi medico chirurgici.
    • Aspetti normativi riguardanti la sfera commerciale della farmacia: alimenti speciali, acque minerali, prodotti erboristici ottenuti da piante non medicinali, edulcoranti, alcoli, cosmetici.
    • Norme riguardanti la tutela dell'ambiente: classificazione, deposito e smaltimento dei rifiuti con particolare riferimento agli aspetti farmaceutici e sanitari.
    • Deontologia professionale.

    Socioeconomia

    • Il SSN con particolare riferimento al servizio farmaceutico: struttura e funzioni.
    • La composizione della spesa sanitaria pubblica: spese fiscali e ruolo pubblico della spesa sanitaria.
    • Caratteristiche del mercato farmaceutico nei confronti di quello concorrenziale.
    • Il prezzo dei farmaci: aspetti generali dell'analisi dei costi.
    • L'industria farmaceutica e le strategie di investimento: i farmaci orfani.
    • Rassegna delle principali metodologie di analisi farmacoeconomica.
  • Testi consigliati

     

    • The Theory and Practice of Industrial Pharmacy, III Ed., Lachman L. e coll., Lea & Febiger ed., 1993.
    • Physical Pharmacy, IV Ed., Martin A. e coll., Lea & Febiger ed., 1993.
    • Remington: the Science and Practice of Pharmacy, XXII Ed., Allen Loyd V. ed., 2000. 
    • Tecnologie farmaceutiche, I Ed., Aulton M. e coll., Edra ed., 2015.
  • Modalità d'esame

     

    L’esame si svolge mediante una prova scritta, in cui saranno valutate la conoscenza degli aspetti teorici dei vari argomenti e la capacità di applicazione dei concetti appresi. La prova è articolata in 2 problemi e 16 quiz a risposta multipla relativi a argomenti di tecnologia e legislazione.

    Il punteggio assegnato è pari a: 9 punti per un problema svolto correttamente; 15 punti nel caso entrambi i problemi siano stati svolti correttamente; 1 punto per ogni risposta corretta ai quiz; -1 punto per ogni risposta errata; la prima risposta errata non viene considerata.

    Gli studenti hanno 2 ore a disposizione. Dopo la correzione, gli elaborati vengono discussi pubblicamente con gli studenti interessati.

Pubblicato in INS FAR AA 2016-2017

Evento organizzato dal Dipartimento di Farmacia
in collaborazione con lo IEB (Indirizzo di Eccellenza in Biomedicina) di ISSUGE
e Confindustria Genova
con il patrocinio dell'Ordine dei Farmacisti della Provincia di Genova

6 maggio 2016 - ore 8.45
Sala Conferenze – DIMI
Viale Benedetto XV, 6 - Genova

Le aziende presenteranno la propria organizzazione e incontreranno i laureandi e i laureati dei corsi:
Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, Farmacia, Biotecnologie, Biotecnologie Medico-farmaceutiche, Medicina e Chirurgia, Scienze Chimiche, Chimica Industriale, Scienze Biologiche, Biologia Molecolare e Sanitaria

Aziende partecipanti: Alliance Healthcare Italia, GlaxoSmithKline, Helan, Kedrion, Novartis, Patheon, Piam Farmaceutici, Vevy Europe

Iscriviti entro il 4 maggio!

www.studenti.unige.it/lavoro/pharmaday

Pubblicato in Dipartimento