Mercoledì, 02 Ottobre 2013 16:28

Farmacologia generale (Farmacia; parte di c.i.)

Scritto da

Farmacologia generale (parte di corso integrato) per Farmacia

Prof. Ernesto Fedele Contatto Curriculum

 

 

 

Informazioni aggiuntive

  • Codice*: 64188
  • Corso di Studio*: Farmacia
  • Anno di corso*: Terzo
  • Semestre*: Secondo semestre
  • Docente incaricato*: Prof. Ernesto Fedele
  • Obiettivi formativi*:

     

    L'insegnamento di Farmacologia Generale ha lo scopo di fornire le conoscenze di base riguardanti i meccanismi delle interazioni dei farmaci con i diversi bersagli biologici dell'organismo umano. Il corso tratterà, dal punto di vista quali-quantitativo, diversi aspetti della farmacodinamica (effetti specifici e non specifici dei farmaci, interazioni con strutture recettoriali e non recettoriali, studi di legame e concetto di affinità, teorie recettoriali, concetto di agonista ed antagonista, relazioni dose-effetto e concetto di potenza ed efficacia) e della farmacocinetica (vie di somministrazione dei farmaci e loro assorbimento, distribuzione, metabolismo ed eliminazione, farmacocinetica compartimentale, farmacocinetica delle somministrazioni singole e ripetute), i principali meccanismi della variabilità della risposta, i principali meccanismi ed effetti delle interazioni tra farmaci.

  • Contenuti*:

     

    Introduzione alla farmacologia generale. Definizione di farmaco. Effetti specifici e aspecifici dei farmaci.

    Farmacodinamica
    Meccanismi di azione dei farmaci. I recettori: classificazione, struttura macromolecolare e sistemi di trasduzione del segnale. Interazione farmaco-recettore e concetto di affinità e selettività di legame. Studi di binding: curve di saturazione e di spiazzamento, calcolo della Ki secondo Cheng-Prusoff. Teorie recettoriali: teoria occupazionale e teoria allosterica. Agonisti totali, parziali e inversi. Concetto di potenza (EC50) ed efficacia. Antagonisti competitivi e non competitivi. Modulatori allosterici positivi e negativi. Curve dose-risposta e metodi di rettilineizzazione. Calcolo della pA2 con il metodo di Schild. I principali sottotipi recettoriali. Fenomeni di desensitizzazione, di up e down regulation.

    Farmacocinetica
    Meccanismo di passaggio dei farmaci attraverso le membrane biologiche. Vie di somministrazione dei farmaci e fattori che ne influenzano l'assorbimento. Distribuzione dei farmaci e legame con le proteine plasmatiche e tissutali; fattori che influenzano la distribuzione. Metabolismo dei farmaci: reazioni di fase I e di fase II; fattori che influenzano il metabolismo. Vie di eliminazione dei farmaci e fattori che influenzano l'eliminazione. Farmacocinetica clinica: modelli mono- e bicompartimentali. Biodisponibilità. Volume apparente di distribuzione, clearance ed emivita plasmatica. Cinetica delle somministrazioni singole e ripetute. Dose di attacco e di mantenimento.

    Variabilità della risposta ai farmaci
    Fattori prevedibili e imprevedibili. Variabilità individuale. Alterazioni genetiche: la farmacogenetica e la farmacogenomica. I polimorfismi genetici e la variabilità delle risposta. Variabilità della risposta a somministrazioni ripetute: allergia, tolleranza e tachifilassi. Farmacoresistenza.

    Interazioni tra farmaci
    L'importanza e le problematiche degli studi di interazione tra farmaci. Concetto di interazione clinicamente rilevante. Meccanismi di interazione a livello farmacocinetico e farmacodinamico. Interazioni tra farmaci e prodotti erboristici. Interazioni tra farmaci e alimenti.

  • Testi consigliati:

     

    Clementi, Fumagalli. Farmacologia generale e molecolare. Ed. UTET

    Annunziato, Di Renzo. Trattato di Farmacologia. Ed. Idelson-Gnocchi

    Fassina, Dorigo. Farmacologia generale. Ed. CEDAM

    Stefano Govoni. Farmacologia con sito web. Ed. Ambrosiana

    Clark, Finkel, Rey, Whalen. Le basi della Farmacologia. Ed. Zanichelli

    Hitner, Nagle. Principi di Farmacologia. Ed. Zanichelli

    Goodman & Gilman. Le basi farmacologiche della terapia. Ed. Zanichelli

  • Modalità d'esame:

     

    La Commissione d'esame è composta dal docente titolare dell'insegnamento e da un altro docente del Dipartimento o da un Dottorando/Assegnista riconosciuto Cultore della Materia dal CULM.

    L’esame prevede una prova orale della durata di 20-25 minuti attraverso la quale la Commissione d'esame valuta la competenza dello studente sulla materia, l’uso di un’appropriata terminologia e le capacità di correlazione e ragionamento scientifico. 

Letto 41130 volte Ultima modifica il Martedì, 01 Dicembre 2015 14:43