Signorello Maria Grazia

Scritto da

Signorello Maria Grazia, è nata a Genova il 10 Ottobre 1970.
Si è laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche il 18/03/96 presso l'Università di Genova discutendo una Tesi Sperimentale di cui è stata relatrice la Prof.ssa Giuliana Leoncini. Durante gli ultimi due anni di studio ha frequentato in qualità di allieva interna l'allora Istituto di Biochimica dell'Università di Genova.
Ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Biochimica il 12/01/2000 presso l'Università di Pavia. Docente guida la Prof.ssa Giuliana Leoncini.
Dal 01/10/2000 al 30/09/2002 è stata titolare di un Assegno di Ricerca dal titolo "Meccanismo di mobilizzazione del Ca2+ ed effetti sulla via L-arginina/NO in piastrine umane normali e patologiche" (Area 05).
Nell'anno accademico 2006-07 ha conseguito il Master di II livello in Emostasi e Trombosi attivato presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università di Genova.
Nell'anno accademico 2001-2002 ha svolto le lezioni e le esercitazioni del modulo di Biochimica Applicata del corso di Biochimica e Biochimica Applicata della Facoltà di Farmacia.
Dall'anno accademico 2002-03 all'anno accademico 2007-08 in qualità di Professore a contratto della Facoltà di Farmacia ha svolto le lezioni del corso di Biochimica per Informazione Scientifica sul Farmaco e per il modulo di Biochimica del corso di Biochimica e Biochimica Applicata per Farmacia.
Dal 01/11/2008 è Ricercatore Universitario in Biochimica della Facoltà di Farmacia dove è titolare del modulo di Biochimica del corso di Biochimica e Biochimica Applicata per Farmacia ed è afferente, in qualità di Ricercatore, al Dip. di Medicina Sperimentale, DIMES, sezione Biochimica. Dal 2012, anno della sua costituzione, afferisce al Dip. di Farmacia, Laboratorio di Biochimica, dove è titolare del corso di Biochimica e biochimica applicata per il corso di Laurea in Farmacia.
Ha pubblicato n° 32 lavori scientifici di carattere sperimentale su riviste internazionali. Ha partecipato a numerosi corsi di perfezionamento post-laurea nazionali ed internazionali e a numerosi congressi scientifici nazionali ed internazionali.
Il lavoro di ricerca svolto è stato finalizzato allo studio dei meccanismi biochimici propri dell'attivazione e della funzionalità piastrinica sia in soggetti normali che in soggetti patologici (diabetici di tipo 2, pazienti soggetti ad emicrania, colpiti da ictus e da trombosi della retina), ponendo particolare attenzione a:
- effetti dello stress ossidativo sulla funzionalità piastrinica
- caratterizzazione della via L-arginina/NO
- analisi della struttura e della composizione in acidi grassi della membrana piastrinica a riposo e dopo stimolazione con agonisti
- meccanismo di azione di farmaci antiaggreganti di nuova sintesi
- modificazione dell'emostasi in casi di iperomocisteinemia
- effetto della microgravità sulla funzionalità delle piastrine e dei macrofagi
- effetto degli endocannabinoidi sull' attivazione piastrinica e loro ruolo nello sbilanciamento dei sistemi redox

Effetto delle lectine sulla attivazione piastrinica

Letto 50471 volte Ultima modifica il Lunedì, 16 Gennaio 2017 10:06
Maria Grazia Signorello

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Altro in questa categoria: « Schito Anna Maria Spallarossa Andrea »